Villa bioclimatica

Casa a Botticino, Boschi + Serboli Architetti Associati


A pochi chilometri da Brescia, una villa sostenibile completamente indipendente dal punto di vista energetico

Progettare una villa in un’area non servita da reti impiantistiche pubbliche a eccezione di quella elettrica. È la sfida raccolta da Boschi + Serboli, uno studio specializzato in bioedilizia e architettura bioclimatica. Gli architetti, attraverso un approfondito studio preliminare, hanno preso in esame i diversi fattori ambientali e climatici del luogo, grazie anche a un’attenta analisi della morfologia del terreno e dell’orientamento rispetto al percorso del sole. La conformazione territoriale ha permesso la realizzazione di un edificio con due livelli interrati: un piano -2,90 destinato all’autorimessa, al vano tecnico e al locale di deposito, e un piano a quota 0,00 (+1,80 rispetto alla quota dell’ingresso all’edificio), sempre interrato, per una piccola palestra e la lavanderia. Il volume fuori terra è suddiviso in due livelli: al piano terra la superficie è occupata dalla zona giorno – composta di soggiorno, cucina e servizio -, mentre al primo piano troviamo due camere da letto e un bagno. Il collegamento tra i due livelli è garantito da un corpo scale interno all’abitazione.

L’uniformità delle facciate esterne è assicurata dalla finitura superficiale in intonaco e rivestimento in lastre di marmo di Botticino

L’obiettivo principale dei progettisti è il massimo risparmio energetico, un obiettivo raggiunto grazie alla realizzazione di una struttura in grado di rispondere a una serie di ben precisi requisiti. Per i volumi interrati è stata prevista una tradizionale struttura in cemento armato, mentre il volume fuori terra è stato eseguito con due tecnologie differenti: le murature del piano terra sono realizzate con materiali tradizionali assemblati secondo le valutazioni della massa termica (cappotto meccanico), mentre il tamponamento del primo piano è costituito da pannelli prefabbricati in legno, tipo sandwich. I solai sono realizzati con sistemi tradizionali, mentre la copertura è ventilata, realizzata in legno con il sistema di edilizia industrializzata Wood Beton Preconnect, compatibile con i pannelli utilizzati per le pareti verticali.

La serranda dell’autorimessa è stata realizzata su disegno

Esternamente l’unitarietà del fabbricato è assicurata dalla finitura superficiale in intonaco e rivestimento in lastre di marmo di Botticino. Le murature meno esposte all’irraggiamento solare (superfici a nord) hanno un coefficiente di inerzia termica maggiore, non solo a protezione dalle condizione esterne, ma anche per garantire il controllo della dispersione nel periodo invernale.
Le superfici esposte a sud assicurano un maggior scambio di calore nelle ore di esposizione all’irraggiamento nel periodo invernale, ma devono essere protette dal surriscaldamento nei mesi estivi.

Le facciate si differenziano per la presenza e la differente disposizione delle aperture, pensate in funzione del soleggiamento stagionale, così da permettere un controllo dei fenomeni di raffrescamento e surriscaldamento, nonché di misurazione della luce in entrata. Per migliorare la possibilità di accumulare e conservare calore nei mesi invernali, ma anche per proteggere le facciate dal surriscaldamento estivo, nel prospetto sud sono state inserite due serre solari (orientamento compreso tra -30° e +30° rispetto al Sud).

Le due serre solari nel prospetto sud hanno un doppio vetro di sicurezza con intercapedine in argon

Le serre sono caratterizzate da un doppio vetro di sicurezza con intercapedine in argon, che nelle giornate invernali permette di accumulare calore per restituirlo alle camere da letto durante la notte (con uno sfasamento di 12 ore), mentre in estate sono aperte e impediscono il surriscaldamento dell’edificio. Il fronte est è caratterizzato da una serie di aperture, perlopiù a portefinestre, mentre il fronte ovest, che si affaccia sul versante della collina, viene riparato dalla conformazione morfologica del terreno e dalle aperture di dimensione ridotta e controllata. Tutti i serramenti dell’edificio sono in alluminio a taglio termico con doppio vetro basso emissivo 5+5/15gas/3+3, con trasmittanza Uf di 2,62 W/m2K e Uw di 1,2 W/m2K
Il tema del risparmio energetico, introdotto come dato di progetto, ha interessato non solo la definizione morfologica dei fabbricati e la scelta dei materiali, ma anche quella delle componenti impiantistiche.

I serramenti sono in alluminio a taglio termico con doppio vetro basso emissivo

L’energia che alimenta l’edificio è prodotta sia grazie a un sistema solare attivo, che produce acqua calda ed energia elettrica captando le radiazioni solari tramite i pannelli sulle coperture, sia grazie a un sistema solare passivo che, con l’introduzione di serre solari e un sistema di ventilazione meccanica, regola la temperatura e assicura un ricambio d’aria, anche a finestre chiuse. Soprattutto nei mesi più freddi, un ulteriore apporto di energia è assicurato da dall’inserimento di un termocamino a legna e di una pompa di calore geotermica. Infine, è stata installata anche una cisterna di recupero per l’acqua piovana da utilizzare per l’irrigazione dell’area verde, per le cassette di cacciata e per eventuali utenze non potabili.

Villa unifamiliare
Luogo: Botticino (Brescia)
Progetto architettonico: Boschi + Serboli Architetti Associati
Collaboratori: Elisabetta Valloncini, Laura Maestrini, Marzia Mainardi, Nicola Ghislanzoni
Direzione lavori: arch. Valeria Boschi per Boschi+Serboli Architetti Associati
Impresa costruttrice: Garda Invest
Superficie residenziale: 145 metri quadrati
Superficie non residenziale e parcheggi: 265 metri quadrati
Classificazione energetica: classe A secondo la certificazione CENED
Serramenti
Finestre e portefinestre: profili NC 65 STH di Metra
Porte interne: Audasso
Serranda autorimessa: realizzata su disegno da Borgofer


foto di Mauro Zanardelli

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151