Giallo

È arrivata la primavera

La porte della linea Essential di Scrigno, ideata con il Sistema Porta-Parete, non necessita di cornice coprifilo


Tenue, dorato o vitaminico. Basta un tocco di giallo per evocare l’estate e per vestire la casa di luce con piglio ironico e vivace

Come ogni primavera il giallo si ripresenta puntuale, spazzando via il freddo e le nebbie invernali. È un trionfo di energia nei giardini, tra le pareti di casa, sui vestiti. E diventa il leitmotiv di tutta la stagione. Prima ce ne accorgiamo da qualche dettaglio, come una primula che spunta nell’erba ancora incerta, per poi riscoprirci improvvisamente circondati dall’esplosione gloriosa di mimose e dei caldi raggi del sole. Il giallo è il più squillante dei tre colori primari, ed è proprio il sole a rappresentarlo, la prima cosa gialla a cui, d’istinto, si pensa. Forse è anche per questo che trasmette vigore e scalda gli animi di vitalità. Lasciarsi contagiare dal suo entusiasmo diventa naturale e liberatorio. Anzi, pensarci mette già di buonumore. Perché quindi non aprire le finestre e lasciarlo invadere le nostre stanze?
All’ingresso, per esempio, un giallo carico accoglie come l’abbraccio di un amico ospitale, in soggiorno qualche goccia di limone rallegra gli spazi, nello studio porta con sé talento creativo. E in cucina o in sala da pranzo diventa un ingrediente stuzzicante per stimolare l’appetito. A pensarci bene, immaginandosi le sue sfumature viene quasi l’acquolina in bocca: lime aspro da addolcire con un cucchiaino di zucchero, i riflessi caldi del miele, scorze d’arancia caramellate. E ancora, lo zafferano che tinge i chicchi di riso, l’aroma rassicurante della vaniglia, le mele croccanti e zuccherine. Certo, non è un colore discreto, ma se si riservano ai più audaci le tonalità acerbe e squillanti, ha una sua delicatezza e può entrare anche nelle camere da letto. Magari a piccoli passi e declinato nelle tinte calde del sole settembrino, dell’ambra o del cognac. Oppure i più classici toni dei sabbia, sfumatura delicata e più riposante. Unica attenzione: le luci, sia naturali e sia artificiali, perché a seconda dell’illuminazione la resa estetica può cambiare, e molto. Anche questo però fa parte della sua giocosa imprevedibilità.

Se invece si teme che troppo colore possa risultare invadente basta scegliere solo qualche flash: una parete soltanto o una nicchia per darle risalto. O ancora un tappeto, un divano o una sedia. L’importante è ricordare sempre che mentre i colori scuri tendono a rimpicciolire gli ambienti, quelli chiari dilatano la percezione degli spazi, quindi non hanno controindicazioni.
Un’altra soluzione è scegliere il giallo per una porta, che con il suo chiudersi e aprirsi accentua il dinamismo che questa tinta porta con sé. Non si tratta di una semplice soluzione arredativa, ma il colore diventa già di per sé parte integrante della casa. È come dare un tocco di energia alla struttura stessa della propria abitazione.
Non sempre facili gli accostamenti: bisogna stare attenti a non eccedere con altrettante tinte vivaci. Insieme al verde è una dichiarazione d’amore alla natura e ai prati fioriti, ma meglio che il verde non sia altrettanto squillante. Con i rossi e gli arancioni, tinte altrettanto vitali, vira invece verso ambientazioni più esotiche, idem con la gamma degli etnici marroni. Al contrario, l’accostamento al nero, al grigio o al bianco, colori “neutri”, equilibra i suoi toni brillanti e ne dosa l’euforia. La controparte perfetta? Il grigio, che con la sua sofisticata eleganza ne modula l’effetto: esuberanza e compostezza. Meglio ancora se il giallo è il modaiolo fluo, ora tanto sotto i riflettori.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151