Sperimentazione a impatto zero

TVZEB, Traverso-Vighy

Smontabile e riciclabile. Ma anche completamente autosufficiente e a basso consumo. È un edificio sperimentale nel bosco di Costabissara

Perfettamente integrato in un grande bosco collinare, seppure a pochi chilometri dal centro di Vicenza, TVZEB (acronimo di Traverso Vighy Zero Energy Building) è a tutti gli effetti un edificio smontabile, riciclabile ed ecosostenibile. È la nuova sede dello studio di architettura Traverso e Vighy, che l’ha progettato in collaborazione con il Dipartimento di Fisica Tecnica dell’Università di Padova. «L’obiettivo del progetto – spiegano gli architetti – è di inserirsi nel modo più leggero possibile nel contesto naturale e di assorbirne tutte le potenzialità visive, energetiche e legate al benessere dei futuri utenti. La struttura, interamente in larice lamellare e acciaio zincato, è sospesa sulle due linee di fondazione longitudinali ed è completamente assemblata a secco: tutte le parti dell’edificio, realizzate con materiali riciclabili o riciclati, sono di fatto smontabili così da restituire il sito su cui sorge al paesaggio in cui è inserito».

Il rivestimento esterno in larice lamellare avvolto da una pelle d’acciaio si integra meravigliosamente con il verde circostante

Come in altre esperienze progettuali dello studio, il fabbricato è disegnato e costruito per parti, da una rete locale di piccole aziende industriali e artigiane, unendo componenti lavorati a mano e realizzati con macchine a controllo numerico. La grande precisione di questi ultimi significa tempi di montaggio molto ridotti (circa quattro mesi di cantiere, scavi inclusi).

L’edificio è caratterizzato da una forma a imbuto, con una grande vetrata a sud, che nei mesi invernali permette di convogliare la luce solare per riscaldare l’edificio, per effetto serra, e proteggerlo nei mesi estivi attraverso il portico frontale del primo livello e i tendaggi motorizzati esterni del livello inferiore. Lo spazio interno trova continuità visiva nei terrazzi esterni, viceversa gli spazi esterni sono in continuità con lo spazio di lavoro interno, grazie anche a un sistema di serramenti, attentamente studiato per essere completamente a scomparsa, e suggerire una continuità visiva tra gli spazi interni ed esterni dell’edificio.

I serramenti delle grandi vetrate fisse sono costituiti da leggere travi reticolari in acciaio

Grandi vetrate si spalancano sull’ambiente circostante a voler accogliere quanta più luce naturale possibile. Progettate con serramenti sviluppati ad hoc, sono costituite da leggere travi reticolari in acciaio che, integrando un profilo in alluminio per vetrate continue, irrigidiscono i pannelli di vetro per resistere alla spinta orizzontale del vento. Le parti apribili sono invece costituite da serramenti tradizionali in legno di larice rigatino. Si tratta, quasi sempre, di grandi aperture ad anta verticale. Il legno di larice è volutamente non trattato in tutte le superfici dell’edificio, serramenti compresi, sia per una loro naturale ossidazione, che meglio integra la struttura nell’ambiente naturale in cui è inserito, sia per la potenziale riciclabilità di tutti i suoi componenti.

Nel punto più alto della facciata sud e nell’apertura più bassa a nord est, due serramenti a bilico si aprono in modo sincronizzato e automatizzato per garantire la ventilazione naturale degli ambienti. I componenti finestrati apribili sono caratterizzati da un coefficiente di trasmittanza termica di 1,3 a 1,5 W/m2K, mentre quello dei serramenti fissi è di 1,1 W/m2K.

Tendaggi motorizzati esterni proteggono dall’irraggiamento solare dei mesi estivi

Un sistema di oscuramento composto da una serie di tende a rullo microforate automatizzate protegge dall’eccesiva radiazione solare.

Le grandi vetrate sono state progettate con serramenti sviluppati ad hoc, costituiti da leggere travi reticolari in acciaio che, integrando un profilo in alluminio per vetrate continue, irrigidiscono i pannelli di vetro per resistere alla spinta orizzontale del vento. Di particolare rilievo tecnico è la vetrata della sala riunioni, realizzata con profili in larice-alluminio, che unisce una porzione scorrevole a una grande vetrata fissa angolare con i vetri giuntati a 90°.

L’alluminio che riveste le superfici verticali interne diffonde nell’ambiente la luce proveniente da una sequenza di barre LED

La luce del giorno è integrata con un sistema di illuminazione indiretta, nel quale le superfici verticali interne dell’edificio, ricoperte da una particolare lastra di alluminio zigrinato, diffondono in ambiente la luce proveniente da una sequenza di barre LED incassate a pavimento. Ciascuna barra miscela la luce di tre diverse sorgenti LED (4.000 K, 6.000 K e ambra) in modo da emulare e integrare in modo dinamico lo spettro della luce naturale esterna.

Un sistema fotovoltaico assicura l’apporto energetico all’edificio

L’intero fabbisogno elettrico dell’edificio è garantito da un sistema fotovoltaico composto da 16 pannelli da 5,6 kW, mentre l’impianto di riscaldamento prevede l’utilizzo di un sistema di geotermia eolica con pompa di calore alimentata dal sistema fotovoltaico e di una caldaia che brucia la legna boschiva. La pompa di calore geotermica regola la temperatura dei flussi d’aria e d’acqua sfruttando, ancora una volta, la vicinanza con il bosco e la condizione microclimatica molto stabile del sottosuolo attraverso un canale eolico sotterraneo di 40 metri a 1,5 metri di profondità.

TVZEB  
Luogo Costabissara (Vicenza)
Progetto architettonico arch. Giovanni Traverso e arch. Paola Vighy dello studio Traverso-Vighy
Collaboratori

arch. Giulio Dalla Gassa e arch. Elena Panza
Progetto strutturale ing. Loris Frison
Direzioni lavori arch. Giovanni Traverso
Superficie totale costruita 190 metri quadrati
Impresa costruttrice

Pesavento Legnami
Opere edili De Grandi Costruzioni
serramenti
Serramenti fissi

Vetreria Romagna
Serramenti apribili Carretta Serramenti
Porte interne telaio Eclisse, pannello Cortese Allestimenti
Sistemi di oscuramento Model System

Foto di ORCH Alessandra Chemollo

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151