Finalmente c’è, ma non basta!

di Alberto Lualdi, presidente EdilegnoArredo e AD di Lualdi

L’abbiamo molto sollecitata, attesa e sperata. Ora finalmente la proroga del bonus fiscale è arrivata, e anche con la maggiorazione dal 36% al 50% per i lavori di ristrutturazione e dal 55% al 65% per interventi volti a migliorare l’efficienza energetica degli edifici.

Senza dubbio si tratta di una boccata di ossigeno per le tutte le nostre imprese, dalla produzione alla distribuzione, che, soprattutto quest’anno, hanno subìto il peso della stagnazione del mercato delle costruzioni. Una boccata di ossigeno, perché, nel nostro paese, il patrimonio edilizio da ristrutturare – dal punto di vista ecologico, energetico, di comfort abitativo e di rinnovamento del design – è davvero enorme. L’incentivo fiscale, dunque, può davvero essere un importante fattore di sviluppo delle vendite. Anche in questo particolare momento di crisi, esiste infatti una domanda latente da parte di chi vorrebbe comprare o ristrutturare la casa.

C’è un solo problema. Il tempo è poco e bisogna decidere in tutta fretta. La proroga è fissata al 31 dicembre 2013, dobbiamo pertanto sperare che vengano emanate al più presto le norme attuattive per far sì che chi sta pensando di usufruire del bonus possa decidere conoscendo bene le condizioni applicative. Ma soprattutto ci auguriamo che venga confermato anche per l’anno prossimo e in ambito di FederlegnoArredo ci faremo, ancora una volta, promotori di iniziative mirate alla sua riconferma, perché la detrazione fiscale è un vantaggio per tutti. Non solo per i cittadini e per le imprese, ma anche per lo Stato, per il quale il provvedimento non rappresenta un costo, anzi! Dando un forte impulso al rilancio dell’edilizia, e quindi alla ripresa economica del nostro paese, il bonus fiscale genera nuovi fatturati e di conseguenza produce maggiore gettito di imposte nelle casse dello Stato.

Indubbiamente il bonus fisale non è sufficiente per risolvere tutti i problemi del nostro mercato. C’è bisogno anche di altro. Non solo di maggiore sicurezza economica e del ritorno delle banche a concedere mutui: anche noi, produttori e distributori di porte e finestre, dobbiamo fare la nostra parte. La produzione sviluppando prodotti nuovi e innovativi, con performance evidenti e ben riconoscibili. La distribuzione proponendoli con maggiore forza nei punti vendita.

“Un ottimo rivenditore offre sempre un ottimo servizio. Qualunque sia la fascia di prezzo del prodotto”

Il mercato propone prodotti di tutti i tipi, diversi per materiale, stile, design e qualità, per cui il distributore è chiamato a fare un’opera di corretta informazione e ad offrire un servizio eccellente, che ha un valore sempre più grande. Non dimentichiamo mai che il prezzo è espressione del prodotto e del servizio erogato dal rivenditore, che quindi ha un’area di intervento di sua esclusiva pertinenza. Un ottimo rivenditore offre sempre un ottimo servizio. Qualunque sia la fascia di prezzo del prodotto.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151