Restaurare i serramenti conviene?

Nonostante il serramenti in legno subiscano l’aggressione del tempo più velocemente di quelli in altri materiali hanno un grande vantaggio: quando rigenerati tornano come nuovi

La scelta di inserire i serramenti in legno all’interno delle nostre abitazioni è spesso dovuta al fatto che donano all’ambiente uno stile inimitabile, difficilmente raggiungibile con materiali. Un altro punto a favore del legno è che, nonostante subisca il degrado più velocemente di metallo e PVC, può essere facilmente rigenerato, portando gli infissi a nuova vita. Questo significa che quando i serramenti in legno risultano danneggiati in seguito alla scarsa manutenzione e all’usura, il loro recupero può essere una valida alternativa alla sostituzione.

Il restauro può essere la soluzione ottimale non solo per sistemare la superficie del legno deteriorata, ma anche per le eventuali deformazioni strutturali del telaio, che possono verificarsi in seguito alle sollecitazioni meccaniche oppure quando la varietà di legno non è adatta alla costruzione di serramenti di determinate dimensioni oppure quando il legno non è sufficientemente stagionato.

Serramenti: come rigenerarli
Il restauro e il ripristino dei serramenti sono abitualmente associati al semplice trattamento di protezione del materiale, in aggiunta agli eventuali aggiustamenti per ristabilirne la buona funzionalità.

Le operazioni di intervento sui serramenti sono diverse e devono seguire una precisa successione, considerando la tipologia di legno e il danno subìto. Le parti ammalorate dovrebbero essere sostituite con legni non eccessivamente giovani, cercando di eliminare le porzioni che non possono essere più conservate e far evaporare le tracce di umidità presenti. L’assemblaggio tra le parti nuove e quelle vecchie andrebbe effettuato utilizzando colle viniliche specifiche, così da garantire la tenuta alle forti sollecitazioni strutturali e degli agenti atmosferici. Gli eventuali chiodi o viti di messa in fermo necessari dovrebbero essere possibilmente in legno o acciaio, per evitare l’eventuale formazione della ruggine.

Sostituite le parti danneggiate, si procede con la stuccatura e la levigatura, ripristinando i giunti e le fessurazioni con materiale elastico e resistente ai movimenti del legno. Il serramento va poi predisposto alla nuova verniciatura con un’ulteriore lisciatura, completando con l’applicazione di resina sulle testate per evitare le possibili infiltrazioni d’acqua. La verniciatura finale dovrebbe prevedere una mano di impregnante isolante, per favorire l’aggrappaggio della vernice stessa, tingendo il legno e preservandolo da funghi e tarli. Un importante fattore da tenere presente durante le lavorazioni di riparazione degli infissi in legno sono le dilatazioni indesiderate causate dall’umidità, soprattutto in presenza di elevate variazioni di temperatura.

Il restauro di serramenti antichi
Un capitolo a parte riguarda il trattamento delle porte antiche, il cui fascino può essere mantenuto salvaguardando la patina originale, che in alcuni casi copre l’intera superficie del legno, effettuandone la semplice pulitura. Quando la patina è assente o appare molto rovinata, si può ripristinare intervenendo con un decapaggio. Si rimuove la finitura originale sino a mettere a nudo il legno, si eliminano lo sporco e la verniciatura senza incidere o aggredire la superficie lignea, comprendendo un trattamento antitarlo, e si passa quindi al rifacimento degli eventuali pezzi mancanti. Nelle porte interne il legno può essere lasciato a vista realizzando una finitura in gommalacca e cera d’api, una lucidatura a tampone o un trattamento con vernici ad acqua.

La manutenzione preventiva
I prodotti in legno destinati all’esterno sono soggetti a una serie di alterazioni dovute agli agenti atmosferici, che, insieme a funghi, muffe o parassiti, ne minacciano costantemente la compattezza e la funzionalità. Nello specifico, la componente ultravioletta delle radiazioni solari e le piogge acide provocano l’alterazione del colore o la screpolatura della vernice.

I segni di usura e di danneggiamento più evidenti, riscontrabili sulla superficie del telaio, possono essere riparati con interventi specifici. Comunque, è bene ricordare che il mantenimento nel tempo dei serramenti in legno è garantito da una buona manutenzione preventiva, in modo da scongiurarne il completo degrado. Innanzitutto, occorre rinfrescare periodicamente il film di vernice, con l’eventuale ripristino delle parti ammalorate, possibilmente prima dei periodi estivo e invernale. All’insorgere di screpolature, o nei casi di non continuità della vernice, ne andrebbe effettuata una nuova applicazione, per evitare il distacco o l’ingrigimento del legno sottostante. In questo modo si mantiene integro lo strato protettivo superficiale, che impedisce il contatto degli agenti atmosferici con il supporto legnoso. In presenza di fessurazioni vistose o di crepe è preferibile optare per una verniciatura coprente, che comprende la stesura di una mano di impregnante e due mani di finitura.

Il rinnovo e la finitura
Quando i serramenti sono molto danneggiati è necessario un trattamento più profondo, che può essere effettuato sia da personale specializzato sia ricorrendo al fai da te. Per un risultato migliore, è bene prevedere un’accurata sverniciatura, in modo da eliminare ogni stratificazione e ripristinare le condizioni di aggrappaggio dei prodotti che verranno applicati successivamente. A questo proposito è bene sottolineare che il legno posto in opera da molti anni assorbe con maggiore difficoltà le vernici rispetto al legno nuovo, creando un ostacolo all’efficacia dell’impregnante nel veicolare in profondità i principi attivi di protezione a consolidamento della fibra del legno.

Tra le possibili finiture, la verniciatura a base acrilica e idrosolubile è di più facile manutenzione, riduce i costi di rinnovo e permette di evitare l’asportazione degli strati precedenti, la levigatura e il restauro del materiale.

Le nuove vernici ad acqua offrono maggiori garanzie di durabilità della pellicola protettiva, pur richiedendo una migliore preparazione dei supporti da trattare. La vernice idrosolubile è molto elastica, ma tendenzialmente più magra delle vernici a solvente, e questo ne limita il potenziale nella copertura delle tipiche irregolarità del legno.

Le vernici colorate per esterno nelle tinte delle essenze legnose contengono filtri che assorbono le radiazioni ultraviolette, ma che con il tempo si esauriscono e vanno ripristinate con un idoneo olio ritonificante.

Il recupero conviene?
Prima di procedere con un trattamento di restauro radicale è necessario effettuare un’analisi dei costi di intervento e rapportare il prezzo di un nuovo infisso a quello restaurato da sostituire. Per esempio, nel caso di serramenti molto vecchi, oltre al ripristino delle superfici a vista, sarebbe opportuno effettuare un adeguamento a quelli di ultima generazione al fine del contenimento energetico. Dunque, diventano necessari anche l’applicazione di vetrocamera e l’inserimento di guarnizioni per la tenuta agli agenti atmosferici come vento e acqua, oltre alla sostituzione delle parti più delicate come gocciolatoi, coprigiunti… Si tratta di un intervento competitivo?

Conti economici alla mano, si tenga presente anche che un infisso così ottenuto non sarà mai perfettamente ed ermeticamente a tenuta come, per esempio, un moderno infisso a taglio termico.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
12 total comments on this postInvia il tuo
  1. Preventivo gratuito x rimaneggiare persiane finestre e porte in legno appartamento anni ’20. Grazie!

    • buongiorno Angelo, siamo una rivista e ci occupiamo di fornire informazioni, ma non facciamo preventivi. dovrebbe cercare nella sua zona se ci sono artigiani che si occupano di restauri e rimessa a nuovo di infissi
      redazione

    • Se non ha ancora provveduto, visiti il mio sito alla sezione ripristino infissi, e se la convince, mi invii una mail. Lavoriamo su tutto il territorio nazionale con i criteri indicati saggiamente dal’ articolo
      Cordiali saluti
      Gigi Mazza

  2. MANDARE AI PROFESSIONISTI

  3. Richiedo visita per preventivo rigenerazione finestre in legno a Milano

    • buongiorno, la ringrazio per l’interesse per l’articolo, però siamo una rivista e non facciamo preventivi
      redazione

    • Se non ha ancora provveduto, dia uno sguardo al mio sito, nella sezione ripristino infissi e mi richiami. Lavoriamo normalmente in tutta la penisola
      Cordiali saluti
      Gigi Mazza

  4. In attesa di nuovi articoli
    Gm

  5. https://falegnameriasem.wixsite.com/falegnameria

    prezzi ottimi per ristrutturazione infissi in legno 😉

  6. Buongiorno ho fatto restaurare le mie persiane da una ditta di Biella ottimo lavoro è molto competenti http://www.sverniciaturainfissi.it

  7. Ho una casa sui colli Bolognesi e vari scuri esterni che richiedono manutenzione straordinaria e, alcuni, il rifacimento di parti dello scuro. Credo serva una vostra presa visione diretta per poter fai un preventivo.

    • buongiorno, siamo una redazione giornalistica quindi non facciamo preventivi. può mettersi direttamente in contatto con alcune aziende segnalate per avere dei preventivi

Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151