Razionalità. Sì, ma con colore

Rigore negli spazi, comfort, sostenibilità e risparmio energetico. Con brio ed eleganza. Così Andrea Castrignano cambia la casa

Andrea Castrignano 01

“Il colore si rivela una risorsa utilissima quando si desidera rinnovare la casa senza grandi stravolgimenti”

Andrea Castrignano

«Mi definisco un po’ sarto e un po’ psicologo». Così parla di sé l’interior designer Andrea Castrignano. «Il mio compito è quello di interpretare le esigenze del committente e trasformarle in soluzioni pratiche. Tutto parte dalla suddivisione degli spazi. I miei clienti mi chiedono di aiutarli a recuperare metri attraverso una ripartizione degli spazi più funzionale ai loro nuovi stili di vita: ecco, così la cucina si apre sul living o la camera da letto cede metri alla stanza da bagno…».

Il suo stile è stato definito “minimal baroque”. Cosa significa?
È una definizione che nasce dal fatto che sposo le linee razionali nella suddivisione degli ambienti e nella scelta delle finiture, con l’amore per il colore e le soluzioni di arredo ispirate al massimo comfort.

Quali colori preferisce?
Io dico sempre: “Il colore arreda”. Soprattutto quando si desidera rinnovare la propria casa senza grandi stravolgimenti, il colore si rivela una risorsa utilissima. Prediligo le sfumature del grigio e del sabbia, da abbinare a una tinta più forte come il bordeaux, il mio blu balena o le varie gradazioni del verde.

Hi-Home è una di casa ideale, realizzata a Milano da Andrea Castrignano, e concepita all’insegna del design, ma anche di comfort, colore, praticità, ecosostenibilità, sicurezza e tecnologia al servizio della persona

Quando deve arredare una casa, quali sono le richieste più ricorrenti nella scelta delle porte?
Che non risultino troppo ingombranti. In città gli ambienti tendono a rimpicciolirsi e delle porte troppo imponenti rischiano di ridurre ulteriormente gli spazi. È per questo che le porte raso muro funzionano sempre. Dipinte dello stesso colore delle pareti, finiscono per confondersi con esse. Ho da sempre una vera e propria passione per le porte raso muro. Contribuiscono a uno stile essenziale e moderno, da arricchire eventualmente con una maniglia di design… Una bella maniglia su una porta dalle linee essenziali è come la famosa ciliegina sulla torta!

Le porte hanno anche un ruolo d’arredo?
Beh, la porta è fondamentale, in quanto serve al tempo stesso come collegamento e come separazione tra i diversi ambienti. Sicuramente ha anche un ruolo di design. In questo periodo, per esempio, mi piacciono molto le porte alte e non troppo larghe, che creano tagli verticali nelle pareti. Comunque la mia porta ideale è quella che si integra perfettamente nell’ambiente.

Quali sono, a suo avviso, le tendenze di mercato delle porte?
Per il mercato italiano bisogna puntare sicuramente sulle porte raso muro e sulle porte scorrevoli, in quanto, come si diceva prima, la metratura degli appartamenti in cui viviamo tende a ridursi. Per il mercato estero, c’è ancora spazio per le magnifiche porte a doppia anta che usavano nelle nostre case padronali di una volta.

 

Il sistema filomuro Planya di Agoprofil nella finitura Glam

Le porte Effezero sono lineari e di grande leggerezza. Come sono nate?
Sono nate un po’ per caso durante una delle mie prime visite allo stabilimento Agoprofil nelle Langhe. Mentre Marco Agosto mi mostrava la produzione, sono stato attratto da alcuni pannelli in frassino appoggiati a una parete. Da questi è nata l’idea di una porta minimale che mettesse in evidenza le venature del legno, mantenendo un sapore contemporaneo. Il frassino è un legno durevole e resistente con venature sottili che ricordano le increspature del mare. Declinato in varie tonalità di colori, si adatta a ogni ambiente. Per la rifinitura sono state utilizzate delle tecniche innovative nel più completo rispetto dell’ambiente.

È importante per lei l’aspetto ecosostenibile e il risparmio energetico nelle sue scelte d’arredo?
In quasi tutte le puntate del mio programma ricorre questo tema, proprio perchè per me è di fondamentale importanza. Il risparmio energetico e il rispetto per l’ecologia nella selezione dei materiali non sono più solo capricci dettati da scelte etiche o elitarie; oggi sono aspetti cruciali per tutti, che contribuiscono a contenere i costi di gestione della propria abitazione e, al tempo stesso, a salvaguardare l’ambiente e, oserei dire, anche a rilanciare la nostra economia.

Fedra di Colombo è una maniglia dalla linea rigorosa, con grande equilibrio delle proporzioni

Oltre alle porte ha disegnato anche maniglie?
Sì. Fedra per Colombo Design è una maniglia dalla linea essenziale, perfetta per ogni stile di ambiente. Mi piace molto la finitura ramata in stile vintage che abbiamo messo a punto per due miei progetti, che sono stati anche l’oggetto di altrettante puntate del mio programma televisivo. Al momento stiamo lavorando su un nuovo modello, ma è ancora presto per le anticipazioni…

Da cosa trae ispirazione nel suo lavoro di designer?
Adoro viaggiare. Visitando altri paesi, mi lascio colpire dai colori della natura o dagli stili dell’artigianato locale. Tornato a Milano, rielaboro il tutto e creo le nuove tendenze.

Quanto è importante il designer per un prodotto?
L’Italia è il primo paese al mondo per il design. È una risorsa fondamentale per la nostra economia. In questo senso, il designer è importantissimo in quanto contribuisce a distinguere il made in Italy da qualsiasi altro prodotto del mercato globale.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151