Frangisole, traforato e leggero

Lacq, Gilles Bouchez

L’innovativo sistema frangisole è realizzato con la tecno-superficie DuPont Corian per l’edificio della comunità dei comuni di Lacq; progetto dell’architetto Gilles Bouchez; realizzazione e installazione di Créa Diffusion; foto Arthur Pequin

“Volevo un’alternativa estetica e contemporanea ai frangisoli in legno o tela, una soluzione di rottura, qualcosa di molto bianco che non accumulasse calore, traforato per permettere alla luce e alla vista di filtrare, e senza struttura visibile.  La mia idea era quella di ottenere dei pannelli che sembrano galleggiare, visibili internamente ed esternamente, con una sensazione di spessore data dalle ombre dei pannelli stessi.” Così spiega l’architetto Gilles Bouchez che, per il progetto di ampliamento dell’edificio della comunità dei comuni di Lacq (Mourenx, Francia), ha ideato un sistema frangisole realizzato nella tecno-superficie DuPont™ Corian®, regolando l’accumulo termico di una facciata di vetro esposta a sud. I pannelli sono stati sviluppati in collaborazione con Créa Diffusion.

251 metri quadrati è la superficie totale del rivestimento dell’edifico, la cui facciata misura 40 metri in lunghezza e 6 in altezza, ottenuta con due diverse altezze di pannelli (3 metri di altezza x 2 metri di larghezza x 12 millimetri di spessore).

Per essere in linea con la facciata di vetro montata senza struttura apparente, e consentire agli occupanti degli uffici di beneficiare di questi frangisole senza vedere la struttura di sostegno, è stato sviluppato un sistema di aggancio simile a quello utilizzato per il vetro: un insieme di cavi verticali in acciaio inox, distanziati ogni 65 cm, su cui sono stati “agganciati” i pannelli realizzati con la tecno-superficie DuPont Corian.

I pannelli si illuminano grazie a file di LED posizionate sul suolo e a mezza altezza, tra i pannelli e la facciata in vetro, orientate verso l’alto per rendere al meglio l’effetto del rilievo. Inoltre ciò permette di giocare sulla varietà di colori offerti dal LED, e cangianti in base al tempo e degli eventi, ad esempio la luce risulta dorata quando il tasso idrometrico è elevato. Inoltre al calar del sole, nel momento in cui gli occupanti degli uffici utlizzano la luce artificiale, quest’ultima può essere riflessa sui pannelli, incidendo positivamente sul calo del consumo energetico.

La tecno-superficie DuPont Corian ha offerto facilità di taglio, inoltre, grazie alla sua termoformabilità, è stato ottenuto il rilievo desiderato senza giunti visibili e sono stati fabbricati pannelli di grandi dimensioni.  Resistente ai raggi UV, non va sostituito in caso di impatto, ma può essere facilmente riparato e rinnovato tramite levigatura.  Infine la pulizia va effettuata con un dispositivo ad alta pressione.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151