Sua maestà l’oro

Sontuoso e regale, l’oro ha il potere di trasformare ogni casa in una reggia

È il metallo più ricercato, ispiratore di sogni di grandezza e oggetto di passioni sfrenate. D’oro sono i gioielli, gli scettri e le corone. D’oro sono le medaglie più ambite e i tesori che nelle favole vengono scoperti in antichi forzieri. È un materiale leggendario, e il suo fascino sembra non tramontare mai. Inevitabile, quindi, che il suo colore, così caldo e acceso di riflessi, sia diventato sinonimo di opulenza. E quale stagione dell’anno, se non l’inverno, è più indicata per una tinta tanto calda e avvolgente? Non si sta parlando del giallo, con la sua esuberanza gridata a pieni polmoni, né dell’arancione, così elettrizzante. No, l’oro è seducente, infonde una sensazione di calore ed evoca benessere, piacere e prosperità. In cromoterapia è considerato un colore che ha effetti molto forti sulla psiche, regala sicurezza ed è sinonimo di forte personalità; aiuta la concentrazione e stimola la parte intellettuale del cervello. Infonde positività e desiderio di cambiamento, quindi è perfetto da usare nei momenti di crisi e malumore.

Da sempre è esibito nei vestiti o scelto per dare un tocco lucente agli accessori, o ancora sfoggiato in gioielli e monili. In casa entra da sultano, soprattutto in questi mesi freddi, e riscalda di riflessi pareti e arredamento. È come avvolgersi in sfarzosi mantelli di seta e broccato, rassicuranti e avvolgenti. Non è necessario esagerare: bastano pochi tocchi per entrare nel suo magico regno. Lampade, sfarzosi divani, sedie luccicanti, sono un piacere per gli occhi. E ancora il segno materico di una maniglia, il decoro di una porta, tutto diventa prezioso come in un santuario privato. Si sente a suo agio in ogni stanza: è l’indiscusso re del living, dove ammalia e stupisce ospiti e amici ma, con la disinvoltura di chi è abituato a essere il protagonista, esce dal soggiorno e conquista il resto della casa. La camera da letto si fa romantica, il bagno si trasforma in un tempio, la cucina e la sala da pranzo si illuminano di candele, sottobicchieri, vasi e posate. In cucina l’oro, così come il giallo, invoglia l’appetito ed è indicato nella cura dei disturbi alimentari e nei casi di inappetenza. L’importante è non esagerare mai per non incorrere in ridondanti cliché: è facile cadere nella sfarzosità eccessiva, meglio quindi limitarsi a pochi cenni d’oro e giocare con gli accostamenti.

L’abbinamento più classico, da sempre il più ricercato, è oro e nero: sfarzoso e luminoso il primo, serio e cupo il secondo, insieme trovano un’elegante alchimia. Più caldo è invece il contrasto oro e marrone o, meglio ancora, terra bruciata. Anche il legno con qualche tocco d’oro si illumina e mette in risalto la sua naturale matericità. Meglio però scegliere sempre essenze scure, che facciano da fondali neutri. Poetico e molto invernale è invece l’accostamento con il bianco. Il colore basic per eccellenza appaga il bisogno di protagonismo dell’oro, ma contemporaneamente lo rende più delicato, meno sfacciato. Perché, alla fine, è tutta una questione di dosi.

L’importante è non lasciarsi intimorire dalla sua natura preziosa: basta poco e l’oro può sfoggiare anche risvolti inaspettati. Per stemperare la sua natura esibizionista, infatti, basta accostarlo a colori delicati come il cipria, il panna o l’azzurro polvere. L’azzurro in particolare regala in ogni stanza suggestioni da antico oriente, perfette per chi ama ambientazioni esotiche. Con i colori più vivaci è un tripudio di energia: il rosso, l’arancione, il verde e il giallo sono già di per sé tinte vitaminiche ma associate all’oro si fanno meno sbarazzine e più sensuali. Sempre, però, con la giusta misura.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151