Rustico contemporaneo

Residenza Pontarolo, Federico Solari, Valerio Pontarolo

Vivere in campagna in una villa dalle elevate prestazioni energetiche. Per vivere in modo ecologico e vivere bene

Al confine tra Friuli e Veneto, questa villa sembra immersa nella campagna con rilassata naturalezza. A guardarla dal verde che la circonda si presenta come un insieme di due volumi a diverse altezze posti secondo due assi principali quasi perpendicolari, con una copertura obliqua che le attribuisce una certa dinamicità. In realtà, quella che all’apparenza è una residenza dai volumi semplici e dai materiali tradizionali rivela un’architettura tecnologicamente all’avanguardia.

Il progetto prevede, infatti, l’impiego della tecnologia costruttiva Climablock di Pontarolo Enginering, un sistema di casseri in polistirene espanso sinterizzato (EPS), che integra in un’unica soluzione la resistenza meccanica del calcestruzzo armato e l’elevata capacità di isolamento dell’EPS. Con questa soluzione costruttiva si è ottenuto il massimo grado di classificazione energetica: la Classe A+ secondo la certificazione CasaClima, con una previsione di consumo energetico di 28 kWh/m2anno.

Un edificio così energeticamente performante presuppone l’esistenza di un equilibrio che investe tutte le componenti della costruzione: le fondazioni sono ben isolate, gli impianti sono strategicamente dimensionati e funzionali alle esigenze di comfort degli abitanti e i serramenti garantiscono elevati standard di qualità e prestazione energetica. Tante sono le soluzioni adottate. Innanzitutto, l’edificio alterna fronti fatti di vuoti e pieni, dove la muratura protegge dai freddi inverni e dalle afose estati della pianura friulana, mentre le superfici vetrate diventano fonte e filtro per l’illuminazione e l’irraggiamento dello spazio abitativo interno. La posizione delle aperture e delle superfici vetrate è progettata perché esse siano in grado di soddisfare, oltre che le esigenze di orientamento e di illuminazione, anche un armonico rapporto tra interno ed esterno. Da tale scelta è derivata per gli abitanti dell’edificio una serie di benefici, tra cui un’ottima illuminazione degli ambienti, un adeguato sfruttamento dell’energia solare e, non meno importante, una splendida vista del paesaggio che circonda la casa.

Finestre e alzanti scorrevoli sono in PVC e in PVC-alluminio con tripli vetri basso emissivi

Anche la scelta dei serramenti influisce in maniera decisiva sui consumi energetici. L’impiego di telai isolanti e di vetri basso-emissivi consente infatti un notevole risparmio sulle spese di riscaldamento e di condizionamento. Le finestre sono provviste di serramenti in PVC e in PVC-alluminio, con anta accoppiata (rivestimento in alluminio e con veneziana integrata) e veneziana integrata, mentre per le portefinestre sono realizzate con alzanti scorrevoli. Su tutti i serramenti sono montati tripli vetri basso-emissivo del tipo S-Valor, con vetrocamera riempito di gas argon e distanziale termicamente ottimizzato, in grado di offrire un valore di trasmittanza Ug di 0,9 W/m2K e di trasmissione solare g del 51%. Le finestre e le portefinestre hanno una trasmittanza termica Uw di 1,1 W/m2K. Notevole anche la tenuta all’aria dei serramenti, certificata dal produttore in classe 4, la più alta secondo UNI 12207; l’isolamento acustico ottenuto varia tra 38 a 41 dB. Per l’oscuramento degli spazi abitativi, le finestre sono dotate di veneziane in alluminio regolabili elettronicamente.

L’aspetto termoisolante è garantito anche dal portoncino, un modello PVC, dotato di 5 camere e di rinforzo interno in tubolare zincato per una maggiore stabilità, caratteristiche portano a un valore termoisolante complessivo Ud pari a 1,0 W/m2K.

In fase di progettazione dell’edificio sono stati studiati i dettagli architettonici relativi all’esecuzione dei nodi muratura-serramento, così da eliminare i ponti termici e acustici con controtelai e davanzali isolati. Il processo di certificazione energetica ha richiesto il superamento del Blower Door Test, una prova eseguita da un tecnico abilitato che, con l’ausilio di un’opportuna strumentazione, ha verificato la tenuta all’aria e l’ermeticità dell’edificio. Il test permette di scoprire le perdite d’aria dell’involucro edilizio e conseguentemente il flusso di ricambio dell’aria. In questo caso, le misurazioni effettuate in corrispondenza dei serramenti e nei nodi serramento-muro hanno dato esiti nettamente superiori ai valori limite di perdita d’aria attraverso l’involucro.

L’acquisizione della certificazione energetica ha richiesto la verifica della tenuta all’aria e l’ermeticità dell’edificio mediante il superamento del Blower Door Test

Residenza Pontarolo  
Localizzazione: Sesto Al Reghena (Pordenone)
Commitente: Privato
Progetto architettonico: arch. Federico Solari e ing. Valerio Pontarolo
Progettista CasaClima: arch. Andrea Da Canal
Impresa costruttrice: De Lorenzi Fulvio di Fagnigola di Azzano Decimo (Pordenone)
Superficie totale costruita: superficie disperdente 970,66 m2, superficie utile 245 m2
serramenti
Finestre: sistema Top 72 in PVC e in PVC-alluminio (KAV) e KAV di Finstral
Alzanti scorrevoli: HST di Finstral
Vetri: triplo vetro S-Valor di Finstral triplo vetro S-Valor di Finstral
Sistemi di oscuramento: modelli Metaulnic e Grinotex di Griesser
Portoncino: Finstral
Porta garage: Breda
Fornitore e posatore: Alfa Serramenti di Pigat Silvio
Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151