Area nuova in città

La Filanda, ex distillerie Neri, Alessandro Bucci

Nella Filanda coesistono edifici residenziali, commerciali e amministrativi

Una volta era una distilleria. Oggi è un complesso perfettamente integrata nel contesto urbano

Il progetto di riqualificazione dell’area della ex distilleria Neri ha portato a nuova vita una zona di Faenza, vicina al centro della città ma lontana dalla vita dei cittadini, in cui convivono edifici residenziali, commerciali e amministrativi. «Quest’area – spiega Alessandro Bucci, l’architetto che ha curato il progetto – percepita come una scomoda presenza, e contraddistinta dal muro di recinzione che l’ha isolata dal resto del contesto e dalla vita cittadina per molti anni, ha visto tradurre in realtà il desiderio condiviso di risanamento e riqualificazione. L’intervento, che ha dato vita al complesso della Filanda, ridefinisce l’intero comparto, modificando l’assetto viario attraverso l’ottimizzazione dei flussi di scorrimento, delle aree di sosta e tracciando nuovi percorsi ciclopedonali atti a garantire l’accessibilità protetta su tutti i fronti della zona».

In facciata si distinguono tre differenti tipi di bucatura: loggia a sbalzo e semplice, rifinite con alzante scorrevole, e bucatura semplice a tutt’altezza con infisso ad anta

La Filanda, dunque, non appare più come un nucleo isolato e privo di spazi godibili, ma come una vera e propria porzione di città, in cui è inserita un’oasi di 35.000 metri quadrati dedicata al verde e alla collettività. L’ambiente coperto si trasforma così in una piazza esterna, un luogo di scambio e di sosta, dove spazi verdi illuminati da ampi lucernari vengono integrati con sedute in legno.

«Grazie ai collegamenti e alla facilità di accesso garantita dal sistema infrastrutturale, il progetto si articola con la stessa complessità che caratterizza il centro della città – precisa il progettista –. Questa caratteristica si traduce anche nella composizione degli spazi, che prevede un fronte residenziale che definisce il bordo sud dell’intervento mantenendosi in continuità con il sistema urbano consolidato di Faenza». La porzione residenziale dell’intervento si articola in una successione di volumi materici architettonicamente semplici, che nelle pause sottende gli accessi alla galleria commerciale. Lo spazio così definito risulta aperto, ma al contempo protetto da una copertura continua che, grazie a un sistema di grandi lucernari, durante il giorno è illuminata naturalmente. Gli stessi lucernari fungono da camini di raffrescamento durante i mesi estivi garantendo un particolare comfort climatico nella galleria.

Dominati da una forte connotazione materica, gli edifici hanno in parte un rivestimento in mattoni e presentano un’articolata alternanza cromatica regolata da una serie di bucature, «Che – precisa l’architetto – sono state disposte senza un particolare allineamento estetico, ma per adempiere al meglio alle necessità funzionali dei singoli alloggi». In facciata sono dunque riconoscibili tre differenti tipologie di bucatura: la loggia a sbalzo e la loggia semplice, impreziosite dall’alzante scorrevole, e la bucatura semplice a tutt’altezza dotata di infisso ad anta (singola o doppia).

Gli infissi, provvisti di vetrocamera isolante basso emissiva, sono realizzati con profili di alluminio

Tutti i serramenti sono realizzati con profili in lega primaria di alluminio EN AW-6060e, verniciati con polveri termoindurenti a base di resine poliesteri TGIC. Il valore di trasmittanza termica media Uf è compreso tra 1,9 e 2,4 W/m²K.

La larghezza del telaio fisso di porte e finestre è di 65 millimetri, come l’anta complanare sia all’esterno sia all’interno, mentre l’anta a sormonto (all’interno) misura 75 millimetri. Tutti i profili del telaio e dell’anta sono realizzati secondo il principio delle tre camere, formati cioè da profili interni ed esterni tubolari e dalla zona di isolamento, per garantire una buona resistenza meccanica e giunzioni a 45° e 90° stabili e ben allineate. I serramenti sono provvisti di vetrocamera isolante basso emissiva, costituita da una lastra esterna float chiaro da 8 millimetri, un’intercapedine di 16 millimetri contenente gas argon al 90% e da una lastra interna stratificata 4+4 composta da due lastre di float chiaro da 4 millimetri unite con pvb acustico da 0,76 millimetri, bordi molati, trattamento basso emissivo magnetronico in faccia 3 per il contenimento energetico.

Gli oscuranti esterni sono costituiti da uno schermo scorrevole manuale, ottenuto con un telaio in alluminio estruso

Gli oscuranti esterni sono costituiti da uno schermo scorrevole manuale, ottenuto con un telaio in alluminio estruso, tamponato con doppio pannello composito tipo Alucobond da 4 millimetri, con interposto isolante acustico e maniglia interna. L’imbotte esterno e il rivestimento di facciata è realizzato in lamiera composita (tipo Alucobond) pressopiegata, dello stesso colore di quella utilizzata per lo schermo. Attorno al perimetro del serramento, l’imbotte prosegue come rivestimento esterno della muratura priva dei listelli a faccia vista.

Foto di Filippo Govoni e Luca Landi

La Filanda, ex distillerie Neri  
Luogo: Faenza (Ravenna)
Committente: Commercianti Indipendenti Associati Soc. Coop
Progetto architettonico: Alessandro Bucci Architetti di Faenza
Progetti specialistici: Studio Associato Energia
Impresa costruttrice: C.L.M., Coop Lavoranti Muratori
Volume totale costruito: 75.000 metri cubi
Superficie totale costruita: 27.000 metri quadrati
serramenti
Finestre e portefinestre: profili in alluminio della serie AWS 65 di Schüco
Sistemi di oscuramento: Schüco ALB

 

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151