Cornici sul paesaggio

Villa T, Architrend Architecture

apertura bassa

Le linee contemporanee di una villa dialogano con la campagna siciliana valorizzando progetto e contesto

Siamo a Ragusa, in una zona agricola disegnata da suggestivi affacci sull’altopiano Ibleo e da percorsi contornati da muretti a secco in pietra calcarea. Uno spazio costellato dalle tipiche masserie, agglomerati rurali composti da edifici in pietra distribuiti intorno a un cortile centrale, accoglie una villa di ispirazione volutamente contemporanea. La particolare conformazione del paesaggio, che lo rende il protagonista assoluto di questa realizzazione, ha ispirato la costruzione di grandi portali in cemento per inquadrare gli scorci più significativi. I portali sono infatti concepiti come grandi cornici appoggiate a terra che, uscendo dai limiti dell’edificio, si allungano per mettere a fuoco le vedute migliori e attirare l’attenzione su di essi. Le cornici si innestano in modo asimmetrico sul volume centrale, per buona parte vetrato, aderendo ai diversi fronti con una pensilina marcapiano, che determina una linea d’ombra continua e crea un’idea di movimento insieme agli slittamenti delle pareti.

L’edificio si articola su tre livelli, con la zona giorno disposta al piano terra, la zona notte al piano superiore e un’ulteriore zona living con due camere al piano interrato, affacciate su un patio appositamente ricavato realizzando un declivio del terreno. Alla villa si accede dal lato nord mediante un portoncino d’ingresso, seminascosto in un angolo e segnalato ai lati semplicemente da due fioriere verticali, con i pannelli in legno listellare formati da un’anta centrale apribile e due fasce laterali fisse.

vetrata-bassa

La vetrata è formata in gran parte da pannelli vetrati fissi con i profili ridotti ai minimi termini

L’edificio è chiuso su tre lati da pareti rivestite in pietra alternate a muri in intonaco bianco candido, sui quali si aprono sottili finestre orizzontali, mentre il lato est e una parte di quello sud si affacciano sul giardino con un’estesa superficie trasparente a tutta altezza, disposta ad angolo, che avvolge il soggiorno come una sottile membrana. È formata in maggioranza da pannelli vetrati fissi con i profili ridotti ai minimi termini, che determinano diversi punti notevoli di questa realizzazione. Innanzitutto, mantengono il contatto diretto tra l’interno e l’esterno, lasciando entrare visivamente il prato su cui è adagiata la villa. Non pregiudicano la distribuzione funzionale interna, anzi la valorizzano, proponendo costantemente il panorama esterno come un fondale variegato per gli ambienti della zona giorno. Alleggeriscono decisamente la massa volumetrica complessiva, che altrimenti risulterebbe troppo compatta rispetto al contorno. In particolare, nel prospetto sud, lo stacco vetrato orizzontale che corre in prossimità della copertura attenua l’ampio sbalzo della falda inclinata, in modo da rendere meno incombente la sua profondità. Il lato est prosegue con un’ampia portafinestra alta fino al soffitto, con una parte apribile dalla quale si accede al marciapiede esterno, e la stessa tipologia di serramento si ripete sul prospetto nord verso il patio coperto corrispondente alla zona pranzo. Quasi senza aperture, il prospetto ovest si pone come una quinta multiforme per il cortile in cemento, spezzata solamente da un’unica finestra a nastro e dal risvolto angolare della vetrata adiacente.

Lo stesso criterio di massima interazione tra interno ed esterno è stato adottato anche per i locali al piano interrato, ottimamente illuminati da ampie finestre che si aprono direttamente sul patio e che vengono oscurate da tende bianche a pannelli.
I serramenti hanno tutti il telaio in alluminio a taglio termico verniciato in colore bianco e sono dotati di vetro isolante con valori di trasmittanza termica Uf di 2,62 W/m2K. Le ante apribili delle vetrate del soggiorno, che hanno i profili di maggiore spessore, sono inserite con molta discrezione nel disegno generale per non disturbarne la continuità. Non essendo stato previsto alcun sistema oscurante, lo scambio visivo con l’esterno è mantenuto anche durante le ore notturne, lasciando che i volumi interni vengano percepiti nella loro interezza.

Foto di Umberto Agnello

Villa T  
Luogo: Ragusa
Committente: privato
Progetto architettonico: Gaetano Manganello & Carmelo Tumino dello studio Architrend Architecture
Progetto strutturale: Architrend Architecture
Direzione lavori: arch. Gaetano Manganello
Superficie totale costruita: piano terra 130 metri quadrati, piano interrato 180 metri quadrati
Volume totale: fuori terra 390 metri cubi, interrato 540 metri cubi
Impresa costruttrice: Geos, Baglieri & Ottaviano
serramenti
Facciate e serramenti: in alluminio di Metra
Fornitura serramenti e vetri: Giemme di Accardo Giancarlo & Gulino Maurizio

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151