Wallpaper freestyle

Carte da parati, rivestimenti ceramici e porte. Alla ricerca di abbinamenti di sicuro effetto

agena-pietrogaeta_milanocollection_wallpapertypo

Pietro Gaeta ha disegnato la Milano Collection per N.O.W. Edizioni, carte da parati che hanno per soggetto la città di Milano. Nella versione Concrete, lettere e numeri sono i protagonisti, in varie tonalità cromatiche

Sono tornate di grande attualità le pareti di forte impatto estetico, che colpiscono al primo sguardo. Pareti decorative realizzate in carta da parati, in mosaico o con rivestimenti ceramici particolari. Pareti protagoniste degli ambienti che diventano un elemento d’arredo e hanno la capacità di “vestire” gli spazi come opere d’arte. In alcuni casi richiamano il trompe l’oeil, letteralmente inganna l’occhio, un genere pittorico in voga dal Cinquecento, che crea l’illusione della tridimensionalità. Pareti che ci immergono in un mondo floreale, marino, in un bosco oppure in una città, che possono raccontare una storia oppure che si caratterizzano per disegni astratti dai tratti stilizzati, geometrici, oppure classici, vintage o materici. Le possibilità sono infinite ed è difficile non riuscire a trovare una decorazione adatta per la propria casa.

La più adatta è la zona giorno, dove una parete del salotto o dell’area pranzo può essere resa protagonista con il rivestimento. Il segreto è non esagerare, quindi va bene una parete ma non di più, altrimenti la decorazione può risultare eccessiva; per il resto della stanza basta una tinteggiatura chiara. Anche un lungo corridoio può essere rinnovato con una parete a effetto, che dia l’impressione di immergersi in un mondo incantato, come un giardino fiorito. Nella camera di un bambino o di un’adolescente stanno benissimo i soggetti a loro dedicati, oppure temi della natura, mentre nelle camere da letto sono adatti soggetti riposanti e toni sobri, magari per caratterizzare la parete dietro il letto. Stesso discorso per i rivestimenti ceramici particolari, per esempio in rilievo, e i mosaici, che creano superfici a effetto tessuto, materici e tattili, oltre che belli da vedere; soluzioni adatte soprattutto per la zona del living.

Quali porte abbinare? Poiché la parete è così particolare, è meglio preferire una porta dalle linee essenziali e contemporanee, tra cui le soluzioni raso parete. Se vogliamo farla scomparire, basta scegliere un modello che si può rivestire con la stessa carta da parati, per ottenere un’uniformità totale. Più interessante è una porta che si noti, in una tonalità laccata da scegliere in base al tono predominante del rivestimento, in una nuance già presente sulla parete oppure a contrasto.

Il bianco, in genere, è ideale in ogni situazione, inoltre rischiara e dona luminosità. Il nero e il grigio stanno meglio abbinati a rivestimenti vivaci e colorati, per aggiungere un pizzico in più di eleganza. Con una parete in grigio si può abbinare una porta rossa che dà una sferzata di vivacità, oppure in giallo. Con il verde e l’azzurro può si osare anche con il viola, per giocare con i contrasti delle tonalità fredde, ma aggiungere arredi da toni più caldi.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151