Carpet & door

Geometrici o astratti, da abbinare a porte laccate tono su tono o a contrasto, oppure con l’immancabile legno

Mirawood di Garofoli esalta il fascino del legno, materiale naturale di pregio, lavorato per accentuarne la matericità e il fascino. In questa immagine è il modello 8R, nella finitura Rovere Pietra

Mirawood di Garofoli esalta il fascino del legno, materiale naturale di pregio, lavorato per accentuarne la matericità e il fascino. In questa immagine è il modello 8R, nella finitura Rovere Pietra

Quando si arreda un ambiente non bisogna trascurare il tappeto, importante per definirne lo stile e il carattere, e il suo abbinamento con l’arredamento e le porte. Il suo ruolo principale è quello di definire e sottolineare gli spazi, infatti, spesso viene utilizzato nella zona conversazione davanti a divano e poltrona o nell’area pranzo. Nella scelta va posta attenzione alla forma, ai colori, ma anche alle “sensazioni” che trasmette.

I modelli classici non passano mai di moda, anche se spesso vengono rivisitati in versioni più contemporanee; ne sono esempio la ripresa di ghirigori e volute abbinate a toni neutri, come il beige, oppure al grigio. Tappeti che rinnovano un arredo classico e danno un tocco elegante al moderno. I fiori, un evergreen sempre attuale, si rinnovano trasformandosi in linee più astratte e stilizzate. Spesso i disegni dei tappeti giocano con le geometrie, con linee curve oppure rigorose, spezzate oppure lineari, cerchi, ma anche con le righe, dove un colore e le sue sfumature possono diventare protagonisti. La grafica, quindi, la fa da padrona nei tappeti di tendenza e, spesso, ha un ruolo importante anche sulle superfici pantografate o incise delle porte.

Un bel tappeto dai tratti grafici sta bene in un arredamento moderno, ma anche con arredi più classici, perché si può giocare con i contrasti. Come abbinare le porte? Stanno bene modelli con superfici grafiche dai disegni stilizzati, ma anche porte laccate oppure in legno. Per i colori laccati, una porta bianca si abbina con tutto, mentre le altre tinte sono più vincolate dal tappeto e dall’arredo. Il consiglio è di prendere come riferimento il colore predominante e assecondarlo oppure muoversi per contrasto: per esempio, una porta gialla può aggiungere brio a una stanza dove c’è un tappeto verde, mentre una porta rossa strizza l’occhio a un tappeto con decori dello stesso colore.

L’abbinamento con una porta in legno aggiunge un’atmosfera più calda all’ambiente e punta sul contrasto: la matericità e piacevolezza delle finiture del legno completa la contemporaneità del tappeto. Se si preferisce un tappeto in tinta unita, la porta può essere laccata in un colore simile, per fare un tono su tono in armonia oppure a contrasto, per esempio l’eleganza del bianco e nero, verde e giallo per una sferzata di brio, porta grigia per smorzare i toni e l’esuberanza dei colori vivaci, come rosso e arancio.

Altro aspetto da considerare è il tipo di pavimento. Se ha toni chiari e neutri nella scelta ci sono più possibilità: infatti, starà bene sia un tappeto dalle tinte più cariche, mentre per il colore della porta basta seguire le considerazioni fatte sopra. Se il pavimento ha superfice scura, per esempio un parquet o del gres porcellanato grigio o marrone, si può abbinare un tappeto con colori pastello oppure chiari; la porta sarà laccata in bianco oppure in essenza di legno.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151