Minimalismo e convivialità

Studio DiDea, Nicola Andò

A Palermo un intervento che ripensa il tema dell’ospitalità con uno stile attento agli aspetti funzionali e alla massima essenzialità

DiDea

Nella zona giorno convivono una grande cucina, una zona pranzo e un angolo living più appartato

Il desiderio dei due proprietari, una giovane coppia nella vita oltre che nel lavoro, era quello di poter abitare in una casa funzionale, che facilmente potesse diventare un luogo dove incontrare e ospitare gli amici e i parenti più cari. A firmare il progetto di questo appartamento di circa 100 metri quadrati è lo studio palermitano DiDea che, partendo dalle ben chiare esigenze dei proprietari, adatta gli spazi alle loro richieste e le interpreta con uno stile pulito ed essenziale.

Il cuore dell’intervento è la grande zona giorno a cui si accede direttamente dall’ingresso senza alcun tipo di filtro. È il grande ambiente dell’accoglienza e dell’ospitalità tanto desiderato dagli stessi proprietari e articolato in tre zone differenti: una grande cucina, una zona pranzo e un angolo living più appartato. La cucina è uno spazio aperto attrezzato, con un’isola centrale, un grande corpo cromato nero, che ospita il piano cottura e piano di appoggio e di lavoro: nella struttura a parete sono posizionati i lavelli a scomparsa e le scaffalature con un articolato sistema di ante che ne permette la comparsa quando necessario. Una serie di mobili contenitori celano l’ingresso a un piccolo ripostiglio e una porta in vetro acidato conduce a una piccola lavanderia.

Il soggiorno prende luce da tre grandi finestrature di cui una in particolare, a quattro ante, segna l’accesso al terrazzo esterno. La scelta dei serramenti, gli stessi in tutto l’appartamento, è caduta su infissi in alluminio di S. G. Metallica verniciati color nero, una tonalità di colore che ricorre anche nei toni più smorzati del grigio in alcuni arredi e rivestimenti. La zona pranzo e il soggiorno, definiscono senza interromperli, spazi minimali, arredati con pochi e scelti elementi che ribadiscono l’atmosfera intima, già introdotta dal calore del pavimento in parquet.

Una porta rasomuro a tutta altezza separa la zona giorno dalla zona notte strutturata lungo un piccolo corridoio. Su di esso, mimetizzate con le pareti, si affacciano le porte rasomuro del bagno e delle due camere, tutte rigorosamente bianche di Door2000. «Il gioco degli spazi nascosti da ante filomuro ritorna in diversi punti della casa, con la doppia funzione di contenitori e alloggio per le funzioni tecniche», spiegano i progettisti. «Le velette del controsoffitto, per esempio, hanno la triplice funzione di emettere luce diffusa e aria climatizzata oltre a ospitare il sistema per le tende».

Nei due bagni, per esempio, prevale il cemento a vista per pavimento e pareti, accostato al legno di alcuni elementi disegnati su misura da DiDeA e agli accenti rossi della rubinetteria.

In questo intervento ogni scelta è stata affiancata anche dalla presenza studiata di soluzioni e strumenti tecnologici che potessero ottimizzare l’utilizzo della stessa abitazione, oltre a diventare veri e propri caratteri progettuali. «La domotica, infatti, semplifica e velocizza il controllo delle funzioni domestiche, e ci permette di creare scenari luminosi e sonori sempre diversi», conclude l’architetto Nicola Andò.

Foto di Studio Didea

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2019 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151