Portone per garage: i consigli di Hörmann

garage

Qualità, sicurezza, tecnologia ma anche estetica, comfort e versatilità: questi i molteplici plus offerti dalla basculante Berry di Hörmann, ad oggi la porta da garage più diffusa in Europa

Il garage è uno spazio di grande utilità per riporre l’automobile e non solo, quindi la scelta del portone è importante e deve conciliare estetica, funzionalità. Ecco i consigli di Hörmann, considerando il tipo di apertura: basculante, la serranda avvolgibile, il portone a scorrimento verticale e quello a scorrimento laterale.

Il classico portone basculante si contraddistingue per compattezza, solidità e convenienza in termini economici; però è una scelta meno premiante in termini di spazio, in quanto durante le fasi di apertura e chiusura deborda nelle aree attigue, sia all’esterno che all’interno.

Soluzione salvaspazio può essere la serranda avvolgibile che, arrotolandosi su sé stessa, permette il massimo utilizzo dello spazio interno del garage e della zona antistante l’ingresso. Di facile installazione (con cassonetto interno o – in modalità ancor più salvaspazio – esterno), può rappresentare il prodotto perfetto per chi cerca estetica senza rinunciare alla praticità.

Progettata per consentire il massimo utilizzo dello spazio interno del garage e della zona antistante l’ingresso, RollMatic di Hörmann è una robusta serranda avvolgibile automatica, in alluminio di elevata qualità e anticorrosione

Volendo optare per una chiusura altamente performante, salvaspazio ed esteticamente molto accattivante, la scelta migliore è rappresentata dal portone sezionale, a scorrimento verticale o laterale. A distinguere le due tipologie è la diversa configurazione: lo scorrimento verticale permette di aprire il portone facendolo scorrere verso l’alto, posizionandolo parallelamente al soffitto, mentre in quello laterale, pur mantenendo la stessa resa estetica a riposo, lo scorrimento è su guide orizzontali, lungo le pareti del garage.

Indipendentemente dal tipo di scorrimento i vantaggi non cambiano: entrambi i prodotti permettono un notevole risparmio di spazio, con la conseguente possibilità di parcheggiare l’auto, la moto o la bici a ridosso del portone, sia all’interno che all’esterno. Determinante nella scelta tra le due opzioni può essere la geometria del garage: infatti in alcune situazioni l’apertura a scorrimento verticale non è realizzabile, ad esempio nel caso di spazi con pianta irregolare, murature non parallele, altezza architrave ridotta, o in presenza di impedimenti a soffitto come travi, tubature, impianti. In questi casi la soluzione più adatta risulta essere la chiusura a scorrimento laterale.

Realizzato in acciaio a doppia parete coibentato e dotato di elementi con uno spessore di 42 mm, LPU 40 di Hörmann si contraddistingue per l’apertura verticale e lo scorrimento a soffitto che consente il massimo utilizzo dello spazio all’interno del garage e nella zona antistante l’ingresso

Una volta identificata l’opzione più adeguata a livello architettonico vanno fatte delle considerazioni anche in termini di fruibilità, scegliendo un prodotto manuale o motorizzato, con maggiore tenuta all’acqua o all’aria, con pannelli più o meno coibentati.

Importante è, inoltre, disporre di soluzioni uscite da stabilimenti altamente tecnologici, attenti agli aspetti di riciclabilità ed eco-sostenibilità ambientale, e rigorosamente prodotte seguendo le norme di riferimento, attraverso processi verificati e perfezionati con un controllo della qualità.

Il portone sezionale laterale HST di Hörmann rappresenta un’importante alternativa al tradizionale portone sezionale a soffitto. Ha un’altezza architrave necessaria di soli 95 millimetri

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151