Bollettino dei fabbisogni professionali delle aziende: richiesti anche i diplomati in costruzioni

Quante sono le posizioni di lavoro programmate dalle imprese per il periodo tra settembre e novembre 2017? Quali i profili professionali più richiesti? Quante sono le posizioni lavorative che offrono maggiori opportunità ai giovani e alle donne? Quali titoli di studio sono i più gettonati?

A queste e ad altre domande cerca di rispondere l’inchiesta di Excelsior Informa, il bollettino dei fabbisogni professionali e formativi delle imprese per il periodo tra settembre e novembre 2017, online all’indirizzo http://excelsior.unioncamere.net/

Realizzato nell’ambito del sistema informativo Excelsior, promosso da Unioncamere in collaborazione con l’Anpal, il bollettino mensile offre un monitoraggio delle previsioni occupazionali delle imprese private dell’industria e dei servizi con un orizzonte temporale anche trimestrale per fornire informazioni tempestive di supporto alle politiche attive del lavoro. I dati sono disponibili per settore economico, singola provincia e per ciascuno dei 550 centri per l’impiego operanti sui territori.

Fra settembre e novembre di quest’anno le entrate programmate dalle imprese saranno circa 996mila (comprensive dei contratti a tempo indeterminato e a tempo determinato, anche di natura stagionale, e dei contratti di somministrazione e di collaborazione non dipendente).

Stabile rispetto alla rilevazione precedente la difficoltà di reperimento che si attesta al 24,3% delle entrate programmate tra settembre e novembre (rispetto al 24,2%). Sono 359mila le entrate previste destinate ai giovani under30, il 36% del totale in crescita rispetto al 34% del precedente periodo di rilevazione.

I laureati più difficili da trovare sul mercato secondo le aspettative delle aziende sono gli interpreti e i traduttori. Sono le professioni tecniche in campo scientifico, ingegneristico e della produzione quelle per cui si evidenziano maggiori difficoltà nell’identificare il candidato ricercato (quasi un’entrata su due potrebbe essere critica). I servizi di alloggio e ristorazione, i servizi avanzati di supporto alle imprese e il commercio sono i comparti di attività a prevedere di destinare più opportunità ai giovani under 30.

Tra gli altri profili tecnici di non facile reperimento si trovano i diplomati in costruzioni, ambiente e territorio (34,0%), quelli in meccanica (29,6%) e quelli in elettronica ed elettrotecnica (30,6%).

Gli economisti sono in cima alla classifica dei laureati più richiesti tra luglio e settembre di quest’anno (28mila le entrate a loro indirizzate su 119mila previste). Seguono insegnanti e formatori (16.330), ingegneri elettrotecnici e dell’informazione (9.840) e, a breve distanza, laureati in indirizzo sanitario e paramedico (9.140) e ingegneri industriali (8.550).

Tra i diplomati, richiesti per circa 351mila posizioni programmate, più chance di trovare un lavoro l’avrà chi è uscito dall’indirizzo amministrativo, finanza e marketing (60mila le posizioni programmate), dall’indirizzo meccanico e di meccatronica (32.570) e dall’indirizzo in turismo enogastronomia e ospitalità (27.030). Mentre ristorazione (59.580), meccanica (34.940) e benessere (30.830) sono le qualifiche professionali più richieste dalle imprese.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151