Involucro essenziale

M89 Hotel, Piuarch

Un volume grigio antracite che rievoca la sagoma sfaccettata dei capannoni, per un hotel milanese dal design lineare e contrasti eleganti

Piuarch

Il volume dell’hotel rievoca la sagoma dei capannoni, reinterpreta in modo contemporaneo

Il nuovo M89 Hotel a quattro stelle, nella periferia est di Milano, si affaccia sui capannoni che un secolo fa ospitavano la fabbrica Caproni, una delle più grandi realtà dell’aviazione e che ora – dopo un attento intervento di recupero e ampliamento – sono diventate la sede di Gucci.

Entrambi i progetti sono opera dello studio milanese Piuarch, da cui spiegano che “Il progetto nasce dalla riqualificazione di un fabbricato anni Settanta, in precedenza impiegato come ufficio, del quale abbiamo mantenuto l’apparato strutturale esistente e adeguato i corpi scala in funzione della nuova destinazione ricettiva”.

L’edificio si pone in continuità con l’identità architettonica del distretto e, all’esterno, rievoca la sagoma dei capannoni e si pone su tre layer (strati) soprapposti: il piano terra è caratterizzato da ampie vetrate schermate da una griglia metallica permeabile; i piani delle camere hanno aperture alternate e rivestimento in grigio antracite e la copertura ha profilo articolato e sfaccettato.

“L’elemento su cui abbiamo investito maggiormente corrisponde all’ultimo livello”, spiegano gli architetti dello studio Piuarch, “la forma della copertura, che rievoca gli elementi a shed (capannone) di matrice industriale, suggerisce da un lato una continuità con il comparto dell’ex fabbrica Caproni, dall’altro fissa l’identità architettonica dell’edificio e assicura una particolare qualità spaziale al ristorante, posizionato all’ultimo livello”. Qui, la copertura arretra in parte per lasciare spazio a una terrazza delimitata da vetrate a tutta altezza, dove le parti fisse raggiungono una dimensione di 5,4 metri di altezza per 2,12 di larghezza. Per assicurare una maggiore superficie trasparente, sono stati inspessiti il montante verticale e il traverso interni.

All’ultimo piano, il ristorante è circondato da vetrate a tutta altezza affacciate su una terrazza panoramica. I vetri esterni sono nella tonalità bronze

Tutti i serramenti esterni sono caratterizzati da un telaio in alluminio nel colore grigio antracite, come l’involucro esterno, e sono a doppio vetro. Al piano terra, la zona reception, lobby e bar si apre verso l’esterno con ampie vetrate della dimensione di 3,6 m di larghezza per 2,7 m di altezza: hanno vetro extra chiaro e sono schermate da un frangisole a griglia metallica che regola la luce naturale all’interno degli ambienti.

L’essenzialità predomina anche all’interno, infatti la vocazione business dell’hotel ispira un design lineare, impostato su un raffinato contrasto cromatico tra il grigio antracite, il bianco e il verde. Gli arredi contemporanei sono mixati a icone anni Cinquanta.

Le 50 camere e le 5 suite sono curate nei dettagli e luminose e, per accedervi, sono state installate porte resistenti al fuoco (REI 30) e con alto abbattimento acustico (40 db). Il battente è complanare al telaio esterno, che disegna una cornice di 20 cm per ogni lato ed è customizzato. Realizzate in legno, le porte hanno finitura laccata e goffrata, per una buona resistenza ai graffi e all’usura. La tonalità verde è la stessa scelta per l’arredo delle camere e stabilisce una continuità tra ambiti collettivi e privati.

Foto Andrea Martiradonna

M89 Hotel  
Luogo: Milano
Committente: Star 89
Progetto: Piuarch di Milano
Team progettisti: Luca Lazzerotti, Mauro Mandelli, Silvia Calzetti, Alessandro Leanti, Andrea Sforzin, Carlos Noriega, Daniel Gonzalez, Santiago Trujillo, Erica Mensi, Federico Simonetti, Gianluca Iannotta, Niccolò Genesio
Direzione lavori: Piuarch
Superficie totale costruita: 2.500 metri quadrati
Impresa costruttrice: Nikila Invest di Firenze
serramenti
Finestre e portefinestre: modelli FW60, AWS65 e AOC60 di Schüco
Vetri: Guardian SunGuard
Porte interne: su progetto, prodotte da Pavanetto Stefano
Realizzazione serramenti: ISA Infissi di Calcinelli (PU)
Frangisole: Broadway di Fratelli Mariani
Tende camere: realizzate da Battaglia Contract con tessuti di Tessitura Mario Ghioldi & C. e Mario Cavelli

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2017 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151