Profili isolanti insulbar per le facciate continue Metal Yapi

insulbar

Orjin Maslak è un centro uffici di 16 piani a Istanbul. La sua facciata doppia con intelaiatura in alluminio raggiunge un valore UW di 1,26 W/m2K

Lo specialista in facciate continue Metal Yapi sceglie i profili isolanti insulbar per il taglio termico dei propri progetti in tutto il mondo. L’alluminio è il materiale più utilizzato, la cui resistenza strutturale permette di realizzare intelaiature snelle, leggere e in grado di fornire un buon indice di risparmio energetico.

I costruttori si occupano sempre più della vetrata in relazione all’efficienza energetica. Tuttavia, è il telaio che fa la differenza“, spiega Ahmet Biler, della R&S presso Metal Yapi.”

Contrariamente alla vetratura traslucida, che consente vantaggi a livello energetico, l’intelaiatura fa parte dell’involucro opaco dell’edificio. Per ridurre al minimo dispersioni di energia, la percentuale del telaio sul totale della finestra – che può essere compresa in misura variabile fra + 20/-10% – dovrebbe essere la più piccola possibile. Un tale risultato è ottimizzabile utilizzando l’alluminio in abbinamento ad un sistema di taglio termico efficiente.

I nostri telai in metallo si compongono di un guscio interno e uno esterno, che sono saldamente uniti fra loro da un profilo isolante come insulbar di Ensinger“, aggiunge Biler. “Le peculiarità di questo profilo, sia a livello di materiale che di design, consentono la realizzazione di intelaiature in metallo a risparmio energetico persino per case passive secondo quanto previsto dall’Istituto Case Passive Tedesco (PHPP).”

Il materiale di base di insulbar è Tecatherm® 66, una poliammide (PA) rinforzata con fibre di vetro. Altamente isolante, resistente ma elastico, questo materiale plastico offre caratteristiche meccaniche elevate e riesce a fronteggiare qualsiasi tipo di clima o di condizioni atmosferiche. Il coefficiente di dilatazione termica lineare
è simile a quello del metallo e questo implica una sollecitazione minima per il materiale in caso di oscillazioni termiche. Le stesse caratteristiche si trovano anche nella versione RE in PA riciclata monotipo e nel nuovo insulbar LO con lambda ottimizzato e conducibilità termica λ di soli 0,18 W/m·K.

Tutti i profili insulbar possono essere provvisti di alette, alle quali si può applicare una pellicola Low-E (LEF), che consente di ridurre ulteriormente la dispersione di calore. Difficilmente infiammabile (classificazione E secondo EN 13501-1, B2 secondo DIN 4102), resiste a temperature fino a 200°C in continuo per 20 minuti.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2018 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151