Ritmo tribale

Stravolge i canoni classici dell’arredamento soffiando in casa un caldo vento africano. È l’ethnic chic style

tribale

Forest di Porteindoor è caratterizzata da motivi di legno in rilievo che affiorano come germogli dalla superficie lineare. Qui è in noce canaletto, ma è disponibile anche in altre essenze o laccata. Design Patrick Nadeau

Echi di terre lontane, natura incontaminata, materiali allo stato grezzo, artigianalità, decorazioni accese. Sono alcune delle ispirazioni che arrivano dall’Africa o dal Sud America e, in generale, da tutte quelle zone dove i ritmi scorrono più lenti e la spiritualità è fortemente legata alla natura. Fertili territori creativi per arredi etnici reinterpretati con gusto contemporaneo e con una forte attenzione al dettaglio, tipica degli arredi di qualità.

Per caratterizzare l’ambiente con lo stile etnico non possono mancare elementi decorativi con simboli tipici, come maschere tribali oppure mobili zoomorfi, magari con gambe simili a sottili zampe di gazzella o zebra. L’ideale sarebbe acquistarli direttamente sul posto, ma se i nostri viaggi avvengono solo, o in gran parte, con l’immaginazione, anche nelle nostre città è possibile trovare elementi etnici reinterpretati.

Il legno è uno dei protagonisti dell’arredo, soprattutto se di tipo esotico come il mango oppure nei toni più caldi del noce o del palissandro. Non mancano le fibre intrecciate come il rattan e i materiali tecnici, più resistenti, ma anche la pelle. Il legno è ideale anche per le porte, soprattutto nei modelli che ne esaltano la matericità, con venature e nodi in evidenza e finitura che appare quasi grezza, una soluzione in grado di trasmettere anche sensazioni tattili, non solo visive. Chi preferisce osare può scegliere porte con la superficie a listelli o doghe dalle diverse finiture in un’alternanza di toni chiari e scuri; modelli che possono avere anche un insolito effetto di tridimensionalità.

E i colori? Nell’arredo prevalgono le tinte accese come rosso, arancio o giallo, in tonalità sature e non troppo vivaci, cui si possono aggiungere pennellate di verde, blu o bordeaux, abbinate a colori più neutri come beige, marrone e terra bruciata oppure nero, per un contrasto più forte. Per le porte, invece, meglio evitare il colore e preferire il legno, oppure soluzioni effetto legno con rivestimenti che ne ricreano l’estetica ma non la sensazione tattile.

Una carta da parati può dare un forte carattere all’ambiente, soprattutto se il decoro si ispira agli animali e alla vegetazione della savana. È la soluzione perfetta per creare un ambiente dalla suggestione etnica, una sorta di tromp d’oeil che ci fa immergere nella giungla. Sensazione che può essere amplificata rivestendo con la carta da parati una porta rasomuro che si apre su un ambiente con lo stesso stile d’arredo.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2018 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151