Cerniere a scomparsa Tectus di Simonwerk per l’Hotel Michelberger a Berlino

Tectus

All’interno della camera The Gardenhouse c’è una struttura a cubo a due piani

Per le numerose porte filomuro presenti nelle due nuove camere dell’Hotel Michelberger a Berlino sono state utilizzate le cerniere a scomparsa Tectus di Simonwerk. Il progetto è dei committenti Tom e Nadine Michelberger e del designer danese Sigurd Larsen.

L’hotel si trova nell’emergente quartiere di Friederichshain e, come lo definisce Tom Michelberger, si tratta di “Un hotel per gli artisti, i sognatori e i giramondo e, soprattutto, per chi crede che la perfezione non crei dei ricordi”.

La sede è una ex fabbrica di cui permangono le caratteristiche architettoniche del vecchio edificio industriale, come le ampie finestre partizionate e arricchite da inglesine, i soffitti alti e i mattoni visibili. Elementi che sono stati volutamente utilizzati dal designer Werner Aisslinger per l’interior design dell’hotel con le sue oltre 100 camere, ristorante e sale riunioni.

Per permettere all’hotel di continuare a cambiare, alcune stanze vengono riprogettate ogni anno. L’architetto danese Sigurd Larsen ha reinterpretato due delle stanze con caratteristiche così particolari che hanno vinto il premio AIT destinato alle migliori camere d’albergo.

Pernottando in The Gardenhouse, la camera numero 304, si ha la sensazione di stare in un appartamento. Le numerose porte e finestre svelano una atmosfera resa calda dagli interni in legno. Dal momento che i soffitti sono molto alti è stato realizzato un secondo livello. Nella camera è stato installato una struttura a cubo a due piani: al piano terreno ci sono un bagno, una sauna, una camera da letto e una cucina che si apre su una sorta di giardino esterno.

Una scala interna al cubo conduce a un piano superiore con una camera da letto e una grande amaca con vista sul giardino interno. Ne risulta un gioco di elementi teatrali che parlano direttamente al lato infantile dei clienti. Una parte del giardino presenta doccia esterna, vasca da bagno in stile piscina per rilassarsi, una terrazza con un tavolo da pranzo e una zona salotto.

The House of Doors, la camera 204, ha tante porte che, una volta aperte, rivelano sorprese. Un canyon come sauna, una vasca da bagno con vista, una camera da letto in posizione elevata, una cucina accogliente, una doccia in una grotta. Qui l’ospite è invitato a esplorare e immaginare un mondo differente.

All’effetto sorpresa in queste due nuove stanze contribuiscono le porte filomuro con cerniere a scomparsa Tectus di Simonwerk. Le cerniere permettono una comoda regolazione in 3D delle porte di +/- 3,0 mm in laterale e in altezza, nonché una regolazione della pressione sulla guarnizione di +/- 1,0 mm. Altri vantaggi sono l’angolo di apertura di 180°, i cuscinetti a scorrimento che non richiedono manutenzione e valori di portata da 40 kg a 300 kg, a seconda del modello.

La cerniera Tectus combina una tecnologia di alta qualità garantendo un design della porta volutamente minimal. Le porte filomuro con sistemi di cerniere a scomparsa consentono di chiudere completamente gli spazi, ma le porte scompaiono visivamente nella superficie del muro.

La camera The House of Doors ha tante porte che, una volta aperte, rivelano sorprese

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2018 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151