Magugliani Porte: Legno, design e tradizione

Magugliani Porte ha celebrato il 15esimo anniversario con un evento dedicato all’evoluzione della porta

Magugliani

Da sinistra, Sandro Riva, responsabile commerciale e co-titolare della Magugliani Porte, Ilaria Ferrero, direttore generale di FerreroLegno, Stefano Paul Zanenga, Global Director of Sales & Marketing di FerreroLegno e Matteo Magugliani, titolare e amministratore unico di Magugliani Porte e titolare di Magugliani srl

Si è svolta nell’originale cornice del Museo del Legno “Luigi Magugliani” di Corbetta (Milano) la celebrazione dei 15 anni di attività di Magugliani Porte, costola di Magugliani srl, realtà che si occupa della distribuzione di serramenti. Un evento dedicato a imprenditori edili e progettisti del settore in cui è stata protagonista FerreroLegno, produttore di sistemi di apertura per interni d’alta gamma. Ilaria Ferrero, direttore generale di FerreroLegno, e Stefano Paul Zanenga, Global Director of Sales & Marketing di FerreroLegno, hanno partecipato all’evento presentando una lecture sulla porta come elemento di arredo.

Evoluzione nel DNA
Partendo dal concetto di evoluzione, profondamente radicato nel DNA di FerreroLegno, l’azienda ha portato la sua case history fatta di costante attenzione verso la qualità e la ricerca in innovazione tecnologica, estetica e funzionale. «Ho conosciuto l’azienda molti anni fa e ho vissuto tutte le sue trasformazioni, ma anche quella della domanda di porte per interni che, con il cambiare dei gusti dei consumatori, ha subìto un importante cambiamento» afferma Sandro Riva, responsabile commerciale e co-titolare di Magugliani Porte. «La falegnameria che realizzava porte in massello ha lasciato il posto alla produzione in serie, mentre il legno ha ceduto il passo a materiali alternativi, come il laminatino, che in molti casi ha un aspetto del tutto simile al legno».

L’evoluzione, però non è sinonimo di impoverimento del “prodotto porta”, anzi. «Da semplice chiusura di interni si è trasformata in vero e proprio elemento di arredo, tanto che oggi l’estetica assume un ruolo centrale insieme a funzionalità e personalizzazione» puntualizza Ilaria Ferrero. «Seguendo questo trend, le nostre soluzioni nascono come modelli unici in cui tecnologia ed estetica dialogano perfettamente fra loro». Queste peculiarità sono state determinanti nella scelta da parte di Magugliani Porte di un partner come FerreroLegno. «L’offerta dell’azienda comprende sia una gamma completa di soluzioni funzionali, tra loro integrate, caratterizzate da un’ampiezza stilistica ricca ed equilibrata rispetto alle esigenze del mercato e alle innumerevoli applicazioni in cantiere, sia infinite combinazioni e personalizzazioni in termini di materiali, finiture e misure», spiega Sandro Riva. «Questo ci permette di proporre un ricco ventaglio di soluzioni progettuali ai nostri clienti ai quali offriamo un servizio “chiavi in mano” affiancandoli dalla scelta iniziale alla consegna e posa in opera al privato».

Gli spazi del futuro
Al termine del simposio, l’evento si è spostato nella sede di Magugliani Porte a Marcallo con Casone (Milano), dove gli invitati hanno visitato lo showroom di 200 metri quadrati e scoperto le ultime novità, allestite lungo un percorso espositivo moderno e accattivante. «All’interno degli spazi espositivi dei propri rivenditori FerreroLegno ha studiato modalità e strumenti di comunicazione distintivi che rappresentano un concreto supporto all’orientamento e finalizzazione della vendita» spiega Stefano Paul Zanenga. «L’obiettivo a breve termine dell’azienda è potenziare gli strumenti digitali per permettere alla rete distributiva di promuovere la gamma di prodotti in modo semplificato, personalizzato e aggiornato in tempo reale. Per offrire una shopping experience omnichannel al consumatore finale, con i rivenditori più fidelizzati intendiamo costruire gli spazi del futuro, con lo scopo di valorizzare, on e offline, il design Made in Italy e la nostra ampia offerta di soluzioni», conclude.

Evoluzione continua
La tradizione della famiglia Magugliani nella lavorazione del legno ha radici lontane. Partita nell’Ottocento con la costruzione di carri, carretti e tetti in legno, nel secolo scorso estende la sua attività alla produzione di arredamenti per la casa. Nel 1998, la terza generazione fonda la Magugliani srl che in pochi anni si rende protagonista di una forte espansione. Nel 2003, nasce la CMR (acronimo di Colombini, Magugliani e Riva, i tre soci fondatori) per commercializzare porte, finestre, sistemi di sicurezza e scale con l’apertura di uno showroom di 200 metri quadrati a Marcallo con Casone (Milano). La specializzazione diventa subito il focus di questa attività, che oggi è un riferimento per architetti, progettisti e clienti privati. Tutta l’esperienza di questa realtà fortemente improntata al futuro è raccolta nel Museo del Legno, dedicato al fondatore Luigi Magugliani. Per non disperdere questo patrimonio, gli eredi hanno deciso con il Comune di Corbetta di allestire nella ex falegnameria degli anni Cinquanta un piccolo museo, dove raccogliere e custodire le sue vecchie attrezzature, che comprendono anche pezzi di oltre 200 anni fa. La collezione è stata poi arricchita con materiali e attrezzature di altri laboratori artigianali e ora espone più di 2.000 pezzi a testimonianza dell’importante l’evoluzione della falegnameria, grazie a ricerca e avanzamento tecnologico.

Alcuni modelli FerreroLegno esposti all’interno dello showroom Magugliani Porte di Marcallo con Casone

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2018 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151