I vincitori del concorso internazionale di design New Vision of the Loft 3

La giuria era composta da Indira van’t Klooster, direttore di A10, Ethel Baraona Pohl, critico di architettura, e Sabina Sujew, Master di Belle Arti, Fakro export manager

La giuria era composta da Indira van’t Klooster, direttore di A10, Ethel Baraona Pohl, critico di architettura, e Sabina Sujew, Master di Belle Arti, Fakro export manager

Atelier for the Future – New Space for New Visions era il tema del concorso internazionale di design New Vision of the Loft 3 organizzato dal Gruppo Fakro, in collaborazione con A10 Magazine for European Architechture, autorevole testata d’architettura europea. 60 i progetti presentati, arrivati da venti diversi paesi, in cui architetti e designer hanno progettato un atelier come spazio di lavoro funzionale ed innovativo, in cui era stato chiesto di utilizzare almeno tre prodotti Fakro.

La giuria internazionale, composta da Indira van’t Klooster, direttore di A10, Ethel Baraona Pohl, critico di architettura, e Sabina Sujew, Master di Belle Arti, Fakro export manager ha decretato i vincitori. Al primo posto Katarzyna Furgalińska e Michał Lisiński (Polonia), col progetto “Venus of Garage”, vincitori di 5000 euro; secondo posto per Aristide Antonas-Antonakakis (Grecia), col progetto “The Florizel building”, vincitori di 3000 euro; terzo posto a Fabio Damiani, Daniele Cremaschi, Marco Quistini, Silvia Pezzetti (Italia), col progetto “Light Box”, vincitori di 2000 euro. Inoltre la giuria ha segnalato i progetti: “An Underground Atelier”, (Colombia); “ARTERIER”, (Polonia); “Inspirational Workspace Unit” (Germania); “SOLITUDE – a place that doesn’t exist” (Polonia).

“Quando valuta i progetti di un contest”, ha dichiarato Sabina Sujew di Fakro, “la giuria prende in considerazione la creatività dell’architetto, la cura dei dettagli, il messaggio, il lirismo e gli aspetti sociali. Dopo una difficile selezione, abbiamo premiato il progetto più fattibile, in quanto realizzabile in qualsiasi posto del mondo in cui ci siano garage. I progetti che abbiamo valutato mostrano che gli architetti, uscendo dalle soluzioni architettoniche standard, iniziano a prestare grande attenzione agli aspetti sociali”.

 

Vincitore è il progetto Venus of Garage, dei polacchi Katarzyna Furgalińska e Michał Lisiński

Vincitore è il progetto Venus of Garage, dei polacchi Katarzyna Furgalińska e Michał Lisiński

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2020 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151