Consigli per la sicurezza contro i furti

Vighi_serratura_Matik

Vighi Security Doors, azienda specializzata in porte d’ingresso blindate, ha redatto un vademecum per i consumatori sulla sicurezza delle abitazioni, con consigli utili per cercare di evitare furti.

Prima di tutto è consigliabile analizzare il grado di rischio della propria casa. Da soli o con l’aiuto di un esperto, è necessario valutare o rivalutare quanto è esposta l’abitazione al pericolo di furti, considerando se la casa è una villa o un appartamento; il piano; il tipo di condominio; la presenza di balconi comunicanti o strutture presso le quali è facile arrampicarsi; la presenza di portoni o cancelli; il quartiere circostante; il numero e la frequenza di reati già registrati in zona.

Le soluzioni di sicurezza andranno scelte in relazione al grado di rischio valutato. E’ importante aggiornare i propri sistemi di sicurezza, perché porte blindate e sistemi antifurto troppo vecchi potrebbero essere superati. La porta blindata va scelta tra i prodotti certificati, in base alla normativa europea antieffrazione, con serratura di sicurezza, a cilindro europeo o simili e spioncino. Le serrature a doppia mappa di vecchia generazione andrebbero sostituite. Chi sceglie i sistemi antifurto li posizionerà con attenzione in tutti i punti di accesso più critici dell’abitazione. Finestre e balconi di ville isolate e in luoghi molto a rischio possono essere protette da avvolgibili in acciaio e grate di sicurezza. Da non trascurare i garage, eventuali porte comunicanti con i piani superiori, ingressi secondari.

Non vanno lasciati beni di valore in casa. Le Forze dell’Ordine consigliano di evitare troppi contanti o beni di valore incustoditi. Casseforti o cassette di sicurezza oppure nascondigli non troppo banali, dovrebbero proteggere i beni che proprio dobbiamo lasciare in casa. I Carabinieri affermano  che i primi posti esaminati dai ladri, in caso di furto, sono armadi, cassetti, vestiti, l’interno dei vasi, quadri, letti e tappeti.

Non bisogna lasciare segni evidenti di una lunga assenza. Cassette della posta piene, luci sempre spente, silenzi sono solo alcuni degli indizi che faranno capire ai ladri che il proprietario è via da molto tempo. Un parente che ritiri la posta o una radio accesa sono piccoli, ma sempre utili accorgimenti. Polizia di Stato consiglia  di usare cautela anche nel divulgare sui social network i progetti di viaggi o trasferte fuori casa.

Coltivare buone relazioni di vicinato può essere utile per evitare i furti, infatti un vicino di casa affidabile, allertato della vostra assenza, potrebbe facilmente accorgersi di rumori sospetti.

Secondo i dati Censis nel febbraio 2014, solo nel 2013 i furti nelle abitazioni sono stati 689 al giorno, in media 29 ogni ora, uno ogni due minuti. Nell’arco di dieci anni i furti in abitazione sono più che raddoppiati, con un aumento del 127%.

Il Nord Ovest, è il territorio più colpito dai furti, dove nel 2013 si sono registrati 92.100 casi. Oltre il 20% dei furti denunciati è avvenuto nella provincia di Milano (19.214 reati), Torino (16.207) e Roma (15.779). Crescono anche i casi di rapina in abitazione, con violenza e minaccia ai proprietari: nel 2013 sono state 3169, con una percentuale del +195,4%.

Il rischio di criminalità percepito dalle famiglie è cresciuto, testimonianza di un timore diffuso. Secondo gli esperti, i ladri scelgono le abitazioni private perché negozi, banche, uffici postali e strade commerciali sono più spesso dotati di sistemi di sicurezza in grado di scoraggiare i tentativi di effrazione. Nelle abitazioni, inoltre, soprattutto in questo periodo di crisi economica, i ladri comuni sono certi di trovare un bottino sicuro, contanti o gioielli.

 

[contact-form-7 404 "Not Found"]
Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2021 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151