Stile libero

Accogliente come un soggiorno ma molto più informale, la taverna è uno spazio da vivere in piena libertà

henry glass 1

Scorrevole esterno muro, Classic separa la taverna dall’enoteca. Fa parte della collezione New Sinea di Henry Glass ed è in vetro monolitico satinato extralight

Ogni occasione è buona per godersi un’improvvisata cena tra amici o un film da vedere a tutto volume, ma anche un solitario relax oppure i propri passatempi. La taverna è qui per questo, è il “piano B” di ogni soggiorno, il luogo dove spostare la festa se gli amici sono troppi o troppo vivaci. Tutto senza curarsi di ordine e confusione.

Tipico delle residenze mono o bi-familiari, questo spazio poliedrico è nascosto di solito al piano terra, o più spesso nel seminterrato, e basta pronunciarne il nome perché salti alla mente la vista di ambienti accoglienti, un po’ rustici, scaldati dal calore di un camino scoppiettante, con un divano morbido e luci soffuse. Eppure, questo locale tanto intimo può trasformarsi a sorpresa nell’ambientazione vivace di una festa tra amici, di una spaghettata dell’ultimo minuto o di una stanza da gioco per bambini esuberanti. E lo fa senza troppi formalismi: qui non si rispettano le regole estetiche del resto dell’appartamento, tutto è più semplice, più spontaneo. In poche parole, la taverna prende le distanze dal resto dalla casa.

Anche nella scelta dei materiali si sovvertono e confondono i canoni estetici che distinguono tutti gli altri locali. Qui, per esempio, i materiali vengono scelti per la loro funzionalità e resistenza, non solo per la loro resa estetica. Ecco quindi che prevalgono i rivestimenti in legno o in cotto, le pareti sono spesso lasciate a vista e il legno domina indiscusso. Quale altro materiale, d’altra parte, ha il potere di accogliere, scaldare e far sentire a proprio agio più del legno? In tutte le sue essenze e in tutte le sfumature, come un colore passepartout che trasmette l’abbraccio forte e rassicurante del bosco. Via libera quindi a una tavolozza di nuances autunnali e, per completare l’effetto cocoon di un rifugio di montagna, via libera anche all’abbinamento con il più luminoso dei colori: il bianco. Non dobbiamo infatti dimenticare che stiamo parlando di un ambiente poco illuminato, quindi meglio bandire da pavimenti e pareti tinte scure e opprimenti. Al contrario, si può osare con qualche accostamento insolito, come il rosso, il giallo o il grigio. Basta qualche flash di colore, tanto per attirare un po’ l’attenzione, senza strafare.

Base di Scrigno è scorrevole a scomparsa, disponibile sia per pareti in muratura sia per pareti in cartongesso. Qui, nella versione con finitura bianca ad anta liscia

Base di Scrigno è scorrevole a scomparsa, disponibile sia per pareti in muratura sia per pareti in cartongesso. Qui, nella versione con finitura bianca ad anta liscia

Anche le porte seguono questa tendenza. La taverna è un ambiente che viene utilizzato come soggiorno e cucina insieme, ma spesso al suo interno sono ritagliati locali più piccoli come una lavanderia, un bagno accessorio o una cantina per conservare i vini al fresco. Le porte quindi sono parte integrante dell’ambiente e, se è vero che possono dissociarsi dal resto della casa, qui è bene che rientrino nello stile del locale. I modelli in legno, laccati o lasciati nel loro effetto materico “grezzo”, sono perfettamente a loro agio negli ambienti rustici. Per ottenere un effetto più ricercato, il legno può essere decorato o abbinato ad altri materiali, in modo da sottolineare la personalità informale e divertente di questo locale. Anche il vetro è molto pratico: la taverna è uno spazio per sua natura buio, ricavato nei piani più bassi dell’edificio, dove le porte in vetro possono rivelarsi preziose per separare gli ambienti senza ostacolare la diffusione della luce. Per quanto riguarda i modelli, anche qui l’offerta è molto ampia, ricca di soluzioni a battente o scorrevoli, a seconda delle esigenze. Finora abbiamo parlato di porte per delimitare la taverna dal resto della casa, ma è bene sottolineare che se la cantina prevede anche un accesso dall’esterno è necessario scegliere un modello blindato.

E come arredare questo spazio? L’ospitalità prima di tutto. Bastano un divano morbido, qualche cuscino per rilassarsi e qualche poltroncina colorata, così da creare un angolo relax invitante. Più tante sedie da accostare a lunghe tavolate perché, si sa, gli amici possono spuntare all’improvviso. Luci soffuse per quando ci si vuole rilassare, ma anche spot di luci vivaci per dare energia al locale. Immancabile, il camino deve essere sempre carico di legna pronta da ardere e se in inverno fa troppo freddo, bastano un plaid o un termosifone portatile per sentirsi sempre al caldo.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2020 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151