Benvenuti a casa

È l’ingresso il primo ambiente ad accogliere gli ospiti. Il primo a dare l’immagine della casa. Uno spazio di confine tra il pubblico e il privato, da arredare con stile curando anche i minimi dettagli

DIBI_Segreta

SeGreta di Di.Bi può essere utilizzata sia come porta blindata per interni, sia come blindata da esterno. Ha la caratteristica di avere una sorta di cassaforte superiore come soluzione standard, ma sono possibili tre diverse combinazioni: solo superiore, solo laterale o entrambe. Configurabile ad anta singola o doppia, è personalizzabile con una vasta gamma di rivestimenti

Da sempre è stato considerato l’ambiente fondamentale nella definizione dell’identità di ogni edificio e di ogni abitazione, perché pur essendo uno spazio di pochi metri quadrati rappresenta la “carta d’identità” della casa e anticipa lo stile di vita e il gusto di chi la abita. In epoca moderna, tuttavia, è stato ritenuto spesso inutile, poco funzionale e persino superfluo, tanto da essere sistematicamente sacrificato in nome di una migliore efficienza distributiva degli spazi e della moda dell’open space.

La sua funzione è sempre stata quella di filtro visivo tra lo spazio esterno e quello interno, ma anche distributiva, rappresentando uno spazio di disimpegno sia verso la zona giorno, sia verso la zona notte. In realtà, non andrebbe considerato solo ed esclusivamente un luogo di passaggio, e arredarlo nel modo giusto è un dettaglio che non si dovrebbe mai trascurare. Ovviamente, a seconda del proprio stile potrà essere più classico o più moderno, essenziale e nordico o più vintage e decor, la cosa importante è la carica comunicativa che sarà in grado di trasmettere a chi come ospite varcherà la porta della casa.

Arredare l’ingresso significa anche interpretare nel modo migliore un ambiente che può avere forma e dimensioni differenti. Se si ha a disposizione uno spazio ristretto si può optare, ad esempio, per un grande specchio appoggiato alla parete, che darà l’idea della profondità di campo, o appeso sopra a una consolle o ad una madia. Diversamente, se lo spazio a disposizione è di dimensioni maggiori, si può scegliere di arredarlo con più elementi, come un piccolo armadio, un appendiabiti dalle linee contemporanee, una sedia o una piccola poltrona di design dai toni vivaci, un tappeto o una sorta di scrittoio.

Un mobile su cui posare la borsa o le chiavi è sicuramente l’arredo più scontato: ne esistono davvero tanti, perfetti per ambienti ampi o per chi ha a disposizione poco spazio, colorati o semplicemente in legno naturale. Anche l’appendiabiti può diventare un oggetto “importante” capace di trasformarsi in un vero e proprio pezzo di design: bando ai classici ganci in nome di elementi che ricordano i rami di un albero o grandi pannelli multiuso coloratissimi per un effetto divertente e trendy. Sono davvero tante le soluzioni da scegliere per avere ordine ed equilibrio e un pizzico di creatività nella zona ingresso. Importante anche la luce: l’ingresso dovrebbe essere ben illuminato grazie a una lampada a sospensione o a terra, corredata da una lampada più piccola da tavolo da sistemare su una madia o una scrivania.

Un altro aspetto su cui puntare è il colore delle pareti, da giocare in funzione delle dimensioni dello spazio. Se l’ambiente non è separato fisicamente dal resto della casa si può dipingere una parete di una tonalità differente e posizionare i complementi d’arredo in modo da dare l’idea di uno spazio a sé stante. Se, diversamente, l’ingresso è piccolo si punta sulle tonalità chiare per dare la sensazione di maggiore vivibilità.

In questo spazio della casa uno degli elementi che fa da protagonista è sicuramente la porta d’ingresso, importante non solo per motivi di sicurezza ma anche perché esprime, laddove è possibile, lo stile della casa prima ancora di varcarne la soglia. A questo “diaframma” interposto tra interno ed esterno è stata attribuita negli ultimi anni una forte personalità, tanto da rappresentare un mercato in cui è possibile attingere ai modelli più disparati, con caratteristiche tecnologiche d’avanguardia. Il tema sicurezza viene sicuramente al primo posto, non a caso la porta blindata è ormai considerata insostituibile e in grado di garantire un’elevata difesa ai tentativi di effrazione. I sistemi di chiusura sono realizzati con materiali e accorgimenti costruttivi diversi a seconda del grado di protezione, con ferramenta a scomparsa e serrature collegabili agli smartphone.

Per quando riguarda i materiali e le finiture le possibilità sono davvero moltissime. Si può pensare a uno stile più contemporaneo, con toni di colore più scuri e decisamente rigorosi, per un appartamento cittadino o nel caso in cui si voglia sottolineare l’ingresso di una facciata con tonalità molto chiara, diversamente si può optare per un colore intenso e vivace quando i colori della casa sono piuttosto neutrali e monotoni. Il legno resta sempre un evergreen sia nelle versioni più classiche, sia in quelle più moderne caratterizzate da grafiche geometriche. In alcuni casi, la porta si trasforma in un vero e proprio “oggetto artistico”, quando i rivestimenti sono caratterizzati da vere e proprie decorazioni, all’esterno e all’interno, curate nei minimi dettagli e realizzate con finiture pregiate.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2020 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151