Orsolini: proiezioni al futuro

La presenza ultracentenaria, vissuta guardando sempre avanti, fa di un’impresa della distribuzione edile un testimone qualificato del valore della vicinanza al cliente

showroom

L’offerta dei punti vendita Orsolini è molto ampia, e spazia dai materiali edili alle finiture, dall’arredo bagno alle cucine e all’arredamento etnico

Orsolini è tra le imprese della distribuzione edili più “antiche”, perché la sua costituzione risale addirittura al 1880. Quest’anno festeggia, quindi, ben 135 anni di attività, che sta vivendo preparando il passaggio del testimone alla nuova generazione: i cinque figli di Amedeo e Rino Orsolini, già da tempo impegnati in azienda, a testimonianza del suo sguardo sempre rivolto al futuro. Con 300 dipendenti e 70 milioni di euro di fatturato nel 2014, Orsolini è presente in Lazio, Umbria, Toscana e Abruzzo con 25 punti vendita di cui 10 commercializzano solo materiale edile, mentre 15 sono dotati anche di sala mostra. Ci sono poi quattro showroom, aperti nel corso degli ultimi 18 mesi: tre a Roma e uno a L’Aquila. L’intento della società è di essere unico interlocutore di diversi target di clientela – dai privati agli artigiani e alle imprese edili –, pertanto la sua offerta è particolarmente ampia: materiali edili, arredo bagno, pavimenti, rivestimenti, termoidraulica, cucine, ferramenta, porte e infissi, arredo giardino e arredamento etnico di design, introdotto diversi anni fa per soddisfare una domanda che in seguito è diventata di tendenza. Oggi, l’azienda lavora per l’80 per cento sulla ristrutturazione per privati ed enti pubblici, con una clientela costituita per il 60 per cento da privati e il 40 per cento da imprese, ma comprende anche architetti e progettisti, con i quali intrattiene buoni rapporti di collaborazione, anche perché tre volte l’anno organizza corsi di formazione con crediti formativi.

bongarzone

“Spesso non è semplice convincere il cliente ad acquistare prodotti di qualità”

Marco Bongarzone

L’offerta di porte e finestre è un punto fermo, «Anche se la sede centrale di Vignanello (Viterbo) è quella dove la proposta è più ampia, e soddisfa le molteplici esigenze della clientela con linee di prodotto sia basiche con pronta consegna, sia pregiate con modelli classici, moderni e di design contemporaneo, realizzabili su misura e personalizzati su specifiche richieste», spiega Marco Bongarzone, responsabile del reparto. La clientela dello showroom di porte e finestre è prevalentemente privata, ma comprende anche artigiani e piccole e medie imprese edili, che si riforniscono presso il magazzino edile e poi si rivolgono allo showroom per le finiture. La vocazione dell’azienda è la qualità, tanto che il 90 per cento dei prodotti trattati sono Made in Italy. «Vogliamo instaurare con il cliente un rapporto di massima collaborazione e trasparenza: deve poter contare su di noi, perciò ci assumiamo la responsabilità delle nostre scelte, dei prodotti che vendiamo e gli siamo sempre vicini», sostiene Bongarzone.

ambientazioni

Con quale offerta di servizio esprimete questa vicinanza?
Assistiamo il cliente durante tutte le fasi della trattativa. È finalizzata a questo la puntuale preparazione di tutti gli addetti alla sala mostra, che aggiornano continuamente le loro competenze in modo da essere un riferimento sicuro per i clienti. Sono in grado di utilizzare software 3D dedicati alla progettazione, di elaborare rendering e disegni, di conseguenza assistono anche la clientela che ha questa esigenza. Il cliente lo apprezza molto, così come apprezza che prima dell’ordine, i nostri tecnici si rechino a casa sua per un puntuale sopralluogo, diventato per noi una prassi giacché non vogliamo mai mettere il cliente nelle condizioni di dover firmare un contratto d’acquisto prima di aver verificato scrupolosamente insieme a lui quali sono le reali esigenze della sua casa e qual è la soluzione migliore per soddisfarle.

Gli addetti alle vendite seguono quindi diversi corsi di formazione?
Il personale dell’area porte e finestre ha un’esperienza consolidata. Io e un altro addetto operiamo in azienda da undici anni, mentre altri due dipendenti, sebbene siano con noi da solo due anni, sono stati formati in modo adeguato prima di far parte dell’organico. Nonostante questo, ci teniamo sempre informati partecipando spesso ai corsi di aggiornamento organizzati dai fornitori. Inoltre, una volta alla settimana viene organizzata una riunione interna tra il personale di vendita e l’ufficio acquisti per valutare le problematiche emerse e per cercare il modo di risolverle, mentre una volta al mese si tiene una riunione anche con i venditori esterni per informarli dell’inserimento di nuovi prodotti, per valutare con loro le richieste emerse dai cantieri e altre eventuali problematiche.

Qual è il momento della trattativa che, a suo avviso, richiede la maggiore cura?
Oggi è impegnativo soprattutto convincere il cliente ad acquistare prodotti di qualità, perché quando entra nello showroom ha già molte informazioni e si interessa spesso solo al prezzo; fargli comprendere che quest’ultimo non è l’elemento più importante non è semplice. D’altro canto, se è pur vero che il cliente è molto più informato rispetto al passato, spesso non sa giudicare la qualità del serramento, perché non è “formato” per riconoscerla. Guarda l’estetica e il prezzo finale, e quando gli viene proposto un prodotto di alta qualità, con determinati valori di isolamento termo-acustico, caratteristiche superiori e quindi un costo superiore, è difficile farglielo accettare perché mette a confronto i prezzi. Perciò dobbiamo entrare nei particolari, soffermarci a lungo sulle spiegazioni e soprattutto attraverso esempi pratici dimostrargli le differenze che può cogliere tra le diverse finestre che esponiamo.

Nel reparto porte e finestre, i prodotti sono divisi per marchio. Al momento non ci sono ambientazioni che però sono previste dal progetto di rinnovamento che sarà avviato a breve

Nel reparto porte e finestre, i prodotti sono divisi per marchio. Al momento non ci sono ambientazioni che però sono previste dal progetto di rinnovamento che sarà avviato a breve

Non è interessato al risparmio energetico e all’innovazione?
Chiede soprattutto un buon rapporto tra qualità e prezzo. Soltanto se si avvale dell’assistenza di un architetto si orienta a prodotti innovativi e più particolari, altrimenti si affida alla nostra esperienza e a quello che gli proponiamo: un buon prodotto al miglior prezzo possibile. Con il tempo la clientela ha acquisito consapevolezza dell’importanza del risparmio energetico, di conseguenza quando si rivolge a noi sa che può usufruire della detrazione del 65%: chiede se i nostri prodotti ne soddisfano i requisiti, ma non va oltre i valori minimi di isolamento termo-acustico previsti. Invece è cresciuto l’interesse per la movimentazione delle tapparelle, un requisito ormai diventato quasi uno standard, e per la qualità dell’aria negli ambienti della casa, tanto che gli infissi che commercializziamo sono dotati di sistemi di micro ventilazione controllata, anche perché i nostri fornitori cercano sempre qualche ulteriore plus per differenziare i propri prodotti.

Il valore dell’isolamento termo-acustico è discriminante per la scelta degli architetti?
In genere il professionista dimostra maggiore interesse soprattutto per il design della finestra, che desidera il meno invasivo possibile per ottenere la maggiore luminosità possibile all’interno degli ambienti. I valori di isolamento termico sono importanti, ma non discriminanti ai fini della scelta. Il cliente è invece molto attento al valore dell’isolamento acustico perché, soprattutto se sta lavorando sulla ristrutturazione di appartamenti nel centro abitato di Roma, desidera un livello di insonorizzazione abbastanza alto. Per quanto riguarda i materiali, gli architetti amano le finestre in legno e in legno-vetro, ma purtroppo devono adeguarsi al budget del committente, per cui qualche volta devono optare per serramenti alternativi in alluminio-legno o in PVC-legno.

Numerose ambientazioni offrono al cliente la visione di come realizzare ambienti domestici moderni e raffinati

Numerose ambientazioni offrono al cliente la visione di come realizzare ambienti domestici moderni e raffinati

Effettuate direttamente la posa in opera?
Ci avvaliamo di quattro installatori esterni che però lavorano per noi continuamente, pertanto sono preparati sia dal nostro personale sia dai tecnici dei nostri fornitori, perché partecipano ai corsi di formazione specifici. Inoltre, poiché l’assistenza post-vendita è per noi una costante, uno dei nostri installatori è sempre disponibile a intervenire gratuitamente per risolverlo, che si tratti di una semplice registrazione oppure di qualche altro problema.

Oltre a essere molto impegnati nel sociale, organizzate periodicamente eventi dedicati al cliente. Anche dedicati al comparto “porte e finestre”?
Il reparto porte e finestre beneficia di tutti gli eventi in cui è coinvolta la clientela acquisita e potenziale, che partecipa numerosa alle nostre iniziative. A un recente incontro con lo chef Bruno Barbieri, che ha risposto alle domande poste dal pubblico, sono interventi circa 300 clienti privati. Oltre a queste manifestazioni, organizziamo anche workshop su tematiche tecniche rivolti agli architetti. Per esempio, l’11 dicembre, presso la sede di Assisi (Perugia), si terrà un incontro dedicato alla sicurezza di porte blindate, grate e persiane blindate, verso cui oggi c’è grande attenzione.

Lo showroom della sede centrale è ampio e ben organizzato: ogni reparto è allestito con cura, secondo un concetp moderno che fa percepire al cliente la qualità dell’offerta

Lo showroom della sede centrale è ampio e ben organizzato: ogni reparto è allestito con cura, secondo un concetp moderno che fa percepire al cliente la qualità dell’offerta

Chi è Orsolini
Dove Località Centignano, Vignanello (Viterbo)
La superficie espositiva 8.000 metri quadrati di cui 500 dedicati a porte e finestre
Gli addetti Sei
I prodotti esposti Finestre in PVC, PVC-legno, alluminio, alluminio-legno, legno-alluminio, legno, legno-vetro; sistemi oscuranti; porte per interni; porte blindate; zanzariere; cancelli; scale; maniglie
I fornitori Bertolotto, Casali, Dierre, Door 2000, Fontanot, Henry Glass, Hoppe, Ital Serramenti, Metal design, New design, Nusco Porte, Portedi, Profil Torre, Schulz Italia
I servizi offerti Consulenza, sopralluoghi in cantiere, rilievo misure, preventivi, progettazione, posa in opera, smaltimento di vecchi infissi, certificazione energetica, collaudo e assistenza post-vendita
Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
2 total comments on this postInvia il tuo
  1. Buonasera,
    sono alla ricerca di una porta a scrigno color ciliegio.
    Dovrei abbinarla a delle porte già esistenti che hanno il montante curvo ma non squadrato.
    Grazie per l’attenzione
    Saluti
    Manuela

    • buongiorno, le segnalo il sito di Orsolini https://www.orsolini.it/ in cui può trovare i contatti del punto vendita più vicino

Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2021 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151