Fuori dagli schemi

Le fotografie di Claudia Meraviglia si trasformano in pannelli per porte blindate. Il risultato è di forte impatto

Cobalt porta il colore del mare e le sue onde in casa. Il fondo materico 2 è caratterizzato da fini e fitte tracce che percorrono orizzontalmente il pannello

Cobalt porta il colore del mare e le sue onde in casa. Il fondo materico 2 è caratterizzato da fini e fitte tracce che percorrono orizzontalmente il pannello

«Sono un’interprete del mio tempo e racconto storie tramite le immagini, dimenticandomi a volte di alcuni dettagli e a volte aggiungendone di nuovi», così parla di se stessa Claudia Meraviglia, che aggiunge: «Non sono troppo interessata all’etichetta di Arte Contemporanea, ma così si chiama. L’arte è una cosa molto umana, le emozioni che dona non seguono un ordine prestabilito e io mi affido alle mie verità, follie, idee, visioni, sogni… per offrire bellezza a modo mio. La meraviglia del mio mestiere sta nel fatto che forza, istinto e personalità di chi sono si fermano sulle mie creazioni e mi portano in giro, sulle pareti, nelle porte di casa, negli ambienti di tutti».

Creativa, fotografa, designer… Come si definirebbe?
Sono una creativa e un’imprenditrice della creatività.

Quali sono le sue fonti di ispirazione?
Tutto inizia da uno scatto fotografico emozionante. Quando ho intrapreso questa strada ho cercato particolari da fotografare, da fondere insieme, da applicare su materiali e infine da appendere ai muri. Ho immortalato i colori della ruggine, le striature del legno, i muri vissuti, le imperfezioni del cemento attempato, la carta sciupata, i volti femminili che mi parlano in silenzio e gli oggetti antichi. Ho utilizzato la mia esperienza fotografica grafica-umana per unire il tutto e ho fatto diverse prove su tutti i materiali disponibili: carta da parati, mobili, tele, pannelli materici… Da allora il mio motto è diventato: la forza creativa produce bellezza. Le sinergie esaltano le immagini e profumano l’anima degli ambienti.

claudia_meraviglia

“Sono un’interprete del mio tempo e racconto storie tramite le immagini” Claudia Meraviglia

Come è nata la collaborazione con Vighi?
Mi stimolano i progetti con persone che amano il proprio lavoro, che sanno apprezzare il ruolo altrui con rispetto, che cooperano e ambiscono al meglio, che osano! Un imprenditore che possiede tutte queste belle caratteristiche è Lorenzo Muratori della Vighi Security Doors. Insieme, e con altri collaboratori, abbiamo dato vita a una linea di porte blindate firmate Claudia Meraviglia creative per il marchio Vighi Art & Design.

Rouge ha fiori rossi su fondo materico a effetto vissuto. Il fondo è il materico 1, irregolare e sinuoso

La collezione fonde arte e sicurezza. È stato difficile conciliare questi aspetti?
Il progetto che mi ha stimolato, entusiasmato e donato ulteriori spunti creativi per il futuro. Abbiamo a lungo lavorato per conciliare gli aspetti artistici con quelli tecnici, ma il risultato finale è stato interessante e sorprendente. Inoltre, è straordinaria l’idea di applicare arte e creatività a una porta blindata. Il risultato è un prodotto forte e con personalità.

Creatività e immagini sono gli aspetti predominanti della collezione. A quale tipo di consumatore si rivolge?
La collezione punta al senso della bellezza, dell’originalità, del tocco di colore ed estrosità che qualcuno vuole mettere davanti a tutto, cioè all’apertura della propria casa: la porta. Si rivolge al consumatore che non ha paura di andare fuori dagli schemi classici. A tutti quelli che amano l’arte e la vogliono anche sulla loro porta d’ingresso. A coloro che vogliono distinguersi e desiderano rendere la loro casa unica e originale.

In quale tipo di abitazione vede bene le sue porte?
I pannelli potrebbero risaltare in abitazioni importanti, ma anche nelle più modeste, dove la porta blindata dona sicurezza e bellezza. Le vedo bene in un ambiente dove tutto potrebbe essere minimal, mentre la porta è estrosa.

Come avviene tecnicamente la trasposizione delle immagini e come sono state scelte le immagini dei pannelli?
Le immagini vengono trasportate tecnologicamente tramite un macchinario computerizzato che, con l’ausilio di augelli speciali, le fissa sul pannello materico preparato. Io e Lorenzo Muratori abbiamo scelto, tra tante mie creazioni, 18 immagini, alcune figurative, altre astratte, per cercare di soddisfare una cerchia di potenziali clienti.

Qual è la sua porta preferita tra i modelli della collezione?
Se dovessi essere dalla parte dell’acquirente vorrei le mie calle verdi-viola con base carta da parati vissuta, telaio nero canna di fucile e maniglia color acciaio.

vighi violet

Grandi calle viola definiscono Violet. Il fondo è il materico 1, irregolare e sinuoso

Le sue immagini sembrano tridimensionali. Come è stato possibile ottenere questo effetto?
Ruolo fondamentale è dato dal pannello materico di base, che accoglie le mie immagini. È realizzato dalla Drago F.lli di Reggio Emilia che, con una miscela di materiali, ha creato spessore, irregolarità e movimento alla porta. Ciò permette che le mie immagini non siano piatte, ma si presentino con una tridimensionalità unica e con un effetto visivo-tattile importante. Due sono i materici: irregolare e sinuoso, il materico 1 è stato scelto come fondo per i decori figurativi con i quali si incontra e si fonde morbidamente; i decori geometrici, lineari e rigorosi, sono stati abbinati al materico 2, caratterizzato da fini e fitte tracce che percorrono orizzontalmente il pannello.

I pannelli a quali maniglie si abbinano?
Ho lasciato la scelta agli addetti ai lavori dell’azienda. Io le ho viste per la prima volta già montate, sulla porta finita, ed è stato uno stupore creativo davvero emozionante per me.

Le porte minimal sembrano dominare il mercato. Come mai ha deciso di andare contro tendenza?
La linearità e gli aspetti classici andranno sempre di moda, ma noi abbiamo voluto osare proponendo una scelta differente, un nuovo modo di essere, un tocco artistico per distinguersi e donare alla propria casa quel qualcosa di originale. Creare una tendenza è stata una bella sfida, significativa e simbolica, per questo momento storico così difficile e anche apatico sotto molti punti di vista.

Le porte sono ormai considerate un elemento d’arredo. Quali i motivi a suo avviso?
Le case hanno metrature sempre più ridotte, quindi la porta acquista uno spazio e un’importanza rilevante. È il simbolo della nostra entrata, dell’intimità domestica, del nido dove scegliamo di vivere chi siamo.

Le sue immagini sono utilizzate anche per altre superfici d’arredo?
Collaboro con diverse aziende nazionali ed estere. Ho una collezione di immagini utilizzate come carte da parati, ma anche una linea per mobili con madie, armadi e sedie. Le mie immagini sovrapposte rendono tanto sulla grande parete e, come le porte blindate, danno un senso di profondità e di “magia” all’ambiente. Ogni mia immagine è comunque stampabile su vari materiali: tele grezze, pietra, pannelli materici, legno, acciaio.

Who’s who
«Da sempre ho una passione molto forte per le parole e le immagini, così forte da aprire e gestire per dodici anni la casa editrice le Edizioni Farnedi», spiega Claudia Meraviglia. «Poi, un giorno, le tanto amate parole, fino ad allora essenziali, intense e significative, vengono sostituite dalla creatività fatta solo di immagini, di scatti fotografici, di fusioni grafiche digitali». Nasce quindi lo studio Claudia Meraviglia creative, in cui le immagini prevalgono e sono protagoniste. Immagini che vengono applicate su diversi supporti destinate alla decorazione da interni: legno, carta da parati, pannelli tridimensionali, alluminio, cemento, tele, mobili, carte speciali, affresco digitale. Collabora con architetti, progettisti e interior designer, inoltre, insieme ad artigiani, realizza carte da parati e arredi impreziositi dalle due immagini fotografiche.
Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2020 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151