Le imprese artigiane possono consultare online le norme UNI, grazie all’accordo con CONFARTIGIANATO e CNA

giorgio_merletti_confartigianato

Giorgio Merletti, presidente nazionale Confartigianato

Grazie alla convenzione sperimentale siglata tra UNI, CONFARTIGIANATO e CNA, le imprese artigiane possono avere un accesso più facile alle norme tecniche. L’accordo prevede per le imprese associate la possibilità di consultare online (24 ore al giorno per 7 giorni alla settimana, da qualsiasi dispositivo collegato a internet) a condizioni agevolate, i testi integrali della raccolta completa delle norme UNI (inclusi i recepimenti delle norme europee EN e l’adozione di quelle internazionali ISO a catalogo). Si tratta di circa 20.000 documenti in vigore, il cui numero raddoppia se si tiene conto anche delle versioni precedenti ritirate e/o sostituite, disponibili nella banca dati.

Si tratta di un ulteriore accordo che UNI ha stipulato con le due Organizzazioni di rappresentanza delle piccole e micro imprese, che si aggiunge alle altre forme di sinergia (quali i servizi di informazione, la partecipazione agli organi tecnici e le iniziative congiunte di formazione) derivanti dall’accordo quadro di associazione ad UNI delle stesse Confederazioni.

piero_torretta_uni

Piero Torretta, presidente UNI

Secondo alcune ricerche, chi si avvantaggia in modo particolare dell’adeguamento alla normazione volontaria sono principalmente le aziende più piccole. Piero Torretta, presidente UNI afferma: “le micro e piccole imprese possono risolvere con l’utilizzo delle norme il fondamentale snodo del trasferimento tecnologico e della diffusione della conoscenza. Rendere conforme a specifiche un prodotto, servizio, processo o persona, spesso costituisce il primo passo nel cammino dell’innovazione delle imprese ed è un’agevolazione per l’integrazione più consapevole nella filiera produttiva, a prescindere dalle dimensioni”. Una recente ricerca dell’ISO, attribuisce al rispetto delle norme tecniche fino al 50% del fatturato aziendale e circa il 10% della redditività delle imprese.

daniele_vaccarino_cna

Daniele Vaccarino, presidente nazionale CNA

Daniele Vaccarino, presidente nazionale CNA, ritiene che “in passato le norme apparivano un po’ distanti e difficili da applicare e non sempre tenevano conto di alcune esigenze e peculiarità del sistema delle piccole imprese” ma oggi le scelte strategiche delle PMI incrociano direttamente la questione delle norme tecniche e aggiunge: “Come CNA abbiamo avviato in questi ultimi anni un forte collegamento con UNI, cercando di sensibilizzare al massimo le nostre imprese rispetto a questi temi”. Il risultato è: “un forte miglioramento in atto”, spiega Vaccarino, che sottolinea come “l’utilizzo della normativa sia diventato sempre più necessario per essere maggiormente concorrenziali in Italia e all’estero, garantendo allo stesso tempo la qualità, la sicurezza ed il rispetto ambientale di prodotti e servizi”.

Giorgio Merletti, presidente nazionale Confartigianato, ritiene “fondamentale la partecipazione delle PMI alla costruzione dei processi di normazione. Gli enti di normazione nazionali devono porsi l’obiettivo di un maggiore coinvolgimento dei piccoli imprenditori e la valorizzazione di tutte le imprese, di qualunque dimensione o tipologia esse siano”. Per questo sta impegnando la sua organizzazione ad “avvicinare la normazione alle PMI, rendendo le norme più accessibili, semplici e convenienti ai piccoli imprenditori e incentivando la partecipazione degli imprenditori artigiani ai gruppi di lavoro e ai tavoli tecnici”.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2021 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151