Marcatura CE su finestre e porte esterne pedonali: pubblicata la norma UNI

marcatura-ce

È stata pubblicata sulla parte C398 della Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del 28 ottobre 2016 la norma europea EN 14351-1:2006+A2:2016 “Finestre e porte – Norma di prodotto, caratteristiche prestazionali – Parte 1: Finestre e porte esterne pedonali”. Come segnala UNICMI (Unione Nazionale delle Industrie delle Costruzioni Metalliche dell’Involucro e dei serramenti), la norma rappresenta la revisione della UNI EN 14351-1:2010, ed è l’attuale norma di riferimento per l’apposizione della marcatura CE sui serramenti senza caratteristiche di resistenza al fuoco e tenuta ai fumi. La norma è quindi diventata obbligatoria a partire dal 2 novembre 2017.

Dal punto di vista pratico, la UNI EN 14351-1:2016 non apporta modifiche sostanziali, ma porta maggiore chiarezza sull’ambito di applicazione. In particolare viene ben evidenziato che tale norma non si applica a porte pedonali e finestre apribili con caratteristiche di resistenza al fuoco e tenuta ai fumi, per cui è di riferimento la UNI EN 16034:2014 “Porte pedonali, porte e cancelli industriali, commerciali e finestre apribili – Norma di prodotto, caratteristiche prestazionali – Caratteristiche di resistenza al fuoco e/o controllo del fumo”, di recente pubblicazione sulla parte C398 della Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del 28 ottobre 2016.

A partire dal 2 novembre 2019 potranno essere immessi sul mercato solo finestre e porte pedonali con caratteristiche di resistenza al fuoco e/o controllo del fumo marcati CE ai sensi della UNI EN 16034:2014 e della norma UNI EN 14351-1:2016. Per le porte e cancelli industriali, commerciali e da garage con caratteristiche di resistenza al fuoco e/o controllo del fumo la marcatura CE, a partire dal 2 novembre 2019, dovrà essere apposta ai sensi della norma UNI EN 13241:2016 e della norma UNI 16034:2014. Nel periodo transitorio, entro il 2 novembre 2019, potranno essere immessi sul mercato prodotti marcati e non.

La norma UNI EN 14351-1:2016 ribadisce che sono esclusi dall’ambito di applicazione: le porte interne per cui è in elaborazione la parte 2 della EN 14351; le porte pedonali automatiche con apertura diversa da quella a battente, (per le quali è, al momento, di riferimento volontario dal 30 Agosto 2016 la norma UNI EN 16361:2016 “Porte pedonali motorizzate – Norma di prodotto, caratteristiche prestazionali – Porte pedonali, diverse da quelle a battente, inizialmente progettate per installazione motorizzata”); le finestre che fanno parte di pareti divisorie interne; e non copre le finestre nei confronti della caratteristica di “capacità di sblocco” delle finestre.

[contact-form-7 404 "Not Found"]
Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2021 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151