Gagliardini: La casa globale

Sguardo rivolto al futuro con l’intento di offrire sempre il meglio e di più al cliente. È questo il segreto del successo di Gagliardini, che ha cambiato fisonomia evolvendo con i tempi

Casa globale è allestita secondo un concept moderno ed emozionale

Casa globale è allestita secondo un concept moderno ed emozionale

Gagliardini è un’impresa che può essere portata come modello della distribuzione edile, che sa evolvere e diventare un punto di riferimento autorevole anche per privati e professionisti. La piccola rivendita edile, nata nel 1958 a Cupra Montana (Ancona), oggi è diventata un’azienda che dà lavoro a 34 dipendenti, articolata su circa 43.000 metri quadrati suddivisi tra rivendita edile, showroom e piazzale. La metà del fatturato – circa 10 milioni di euro nel 2015 – è realizzato con le finiture: pavimenti e rivestimenti, stufe e caminetti, parquet, pitture e vernici, porte per interno ed esterno, radiatori, arredo bagno, sanitari, rubinetteria, cucine, mobili, complementi d’arredo e oggettistica.

Gagliardini, quindi, ha chiuso il cerchio. Al centro ha collocato “Casa globale”, il suo avveniristico showroom di 2.500 metri quadrati in località Sant’Apollinare di Monte Roberto (Ancona) – la sua attuale sede – nel quale trova spazio anche una particolare sala mostra “Schola”. Particolare perché è concepita come un laboratorio di idee per addetti ai lavori; un luogo dove si fa ricerca di materiali particolari, esposti secondo un concept non convenzionale. Qui non ci sono ambientazioni, che invece sono protagoniste di “Casa globale”, giacché i materiali sono appoggiati su ripiani o alloggiati in cassetti e scorrevoli in modo che i professionisti possano cercarli e abbinarli, soddisfacendo il loro progetto creativo. «Lo showroom è un cantiere continuo. Lo rinnoviamo costantemente, perché lo abbiamo concepito come un laboratorio che deve soddisfare il bisogno degli architetti e degli interior designer di trovare sempre materiali aggiornati secondo i nuovi lanci sul mercato», spiega Mario Gagliardini, che con le sorelle Cristiana e Francesca sta raccogliendo il testimone dal padre Vittorio, fondatore della società.

mario-gagliardini

“Schola è un cantiere continuo, concepito come un laboratorio per soddisfare le esigenze di architetti e interior designer” Mario Gagliardini

L’azienda ha introdotto le porte per interni circa quattro anni fa, decidendo di trattare due soli marchi, ma all’inizio del 2016, con l’ampliamento dello showroom e la creazione di un’area di circa 100 metri quadrati dedicata al mondo delle porte, sono state inserite nella gamma anche le blindate. Ovviamente, è stata potenziata anche l’offerta di servizi. «A parte la selezione dei prodotti proposti nella sala mostra, che a mio avviso è pur sempre un servizio, e i servizi di base siamo organizzati per fare in modo che il cliente possa contare su di noi per risolvere qualsiasi problema. Abbiamo squadre di posa specializzate per le porte, come per i pavimenti e i rivestimenti, in maniera da assicurare al cliente che il suo acquisto sia valorizzato al meglio, e che non corre il rischio di essere sminuito da un’installazione non a regola d’arte», continua Mario Gagliardini.

Perché avete ampliato l’offerta aggiungendo solo porte blindate?
Per una precisa scelta aziendale. Per tutti i settori che trattiamo, salvo qualche rara eccezione, abbiamo pochissimi fornitori, poiché riteniamo fondamentale intrattenere un rapporto di massima collaborazione con quelli che selezioniamo entro una cerchia ristretta di aziende in linea con la nostra filosofia di vendita. Insieme ai marchi che trattiamo, che non sono molti anche per evitare sovrapposizioni, cerchiamo di fare in modo che il nostro punto vendita sia sempre all’avanguardia. Essendo questa la nostra filosofia, abbiamo un solo fornitore per le porte interne in legno, uno per le porte in vetro e alluminio, e uno per le porte rasomuro. Invece, ne abbiamo due per le blindate poiché abbiamo costruito l’assortimento con una gamma di porte di fascia medio-alta, certificate in Classe A+, e una gamma di porte meno costose per coprire le esigenze anche di chi cerca un compromesso tra prestazioni, qualità e un giusto prezzo.

Alla vendita delle porte avete dedicato personale specializzato?
Sì. Vorrei però precisare che i nostri cinque addetti alle vendite che operano nello showroom sono formati per vendere tutte le tipologie di prodotto che distribuiamo, questo per evitare che il cliente debba essere seguito da più persone quando deve acquistare le finiture per la casa che sta ristrutturando o costruendo. Tutti gli addetti frequentano corsi di formazione, sia interni che presso le sedi dei fornitori, e ogni anno partecipano a incontri di aggiornamento specifici per le diverse categorie merceologiche che trattiamo, poiché vogliamo che le loro competenze siano approfondite e sempre attuali.

Aiutano il cliente finale anche nell’ambientazione delle porte?
La nostra clientela è costituita per il 60 per cento da privati che, in maggior parte, non sono accompagnati da un professionista di fiducia, per cui chiedono di avere un’idea dell’effetto che le porte potrebbero avere nella loro casa. Il nostro personale è preparato per soddisfare anche questa richiesta, realizzando rendering con l’utilizzo di software dedicati alla progettazione tecnica e alla grafica emozionale. Oltre al sopralluogo in cantiere, assistenza nella scelta e nella progettazione, offriamo un servizio di posa in opera delle porte con squadre specializzate esterne, formate per il montaggio dai nostri fornitori.

Come per l’arredamento, si presta grande attenzione alla scelta della porta per interno. Quale tipologia di porte vendete maggiormente?
Oggi le richieste sono orientate soprattutto a porte in legno bugnate, come erano quelle pantografate di una volta, laccate in colori chiari e opachi, un po’ vintage perché, almeno per la nostra esperienza, la porta “technical” si vende meno rispetto a qualche anno fa, quando era quella preferita. La nostra sensazione è che stia emergendo un gusto diverso, che richiama il passato. Lavoriamo soprattutto sulle ristrutturazioni e notiamo che alla maggior parte dei clienti piace molto la porta in vetro scorrevole, perché si adatta a qualsiasi tipo di abitazione in stile sia moderno sia classico. In entrambe le situazioni è utilizzata spesso come divisorio, magari tra la zona giorno e la zona notte, tra la cucina e la zona living oppure nella cabina armadio.

Vendete anche cabine armadio. Aiutano a sviluppare le vendite?
Ritengo che possano aiutare a sviluppare le vendite, ma di chi tratta anche arredamento e non solo le porte. Noi vendiamo anche mobili per tutti gli ambienti della casa e per l’outdoor, pertanto esponiamo lo scorrevole inserito nella cabina armadio che, a questo punto, diventa un prodotto che suscita l’interesse del cliente.

Dai materiali edili alle finiture all’arredamento. C’è tutto. È un vantaggio competitivo?
Assolutamente è così. Proponiamo tutto fino all’oggettistica, tranne le finestre, perché nella nostra zona ci sono molti produttori, pertanto il prodotto per noi non è interessante dal punto di vista commerciale.

Qual è il punto di forza dello showroom?
Sicuramente l’ampiezza di gamma e la qualità delle ambientazioni, che sono numerose. Casa globale è stata progettata dall’interior designer Milvio Magnoni, ed è stata rivisitata l’anno scorso perché abbiamo eliminato o ridimensionato lo spazio ad alcune categorie merceologiche, principalmente del settore dei camini, dove eravamo molto esposti in termini di metri quadrati. Abbiamo quindi utilizzato in maniera diversa 300 metri quadrati della sala mostra, riservando alle porte uno spazio dedicato, dove sono esposte su strutture in cartongesso e in legno. I modelli top di gamma in vetro, invece, sono ambientati, per esempio nello spazio tra living e zona giorno.

Su questi punti di forza continuiamo a lavorare per differenziarci anche agli occhi del mondo dell’architettura e della progettazione, con cui abbiamo creato un rapporto molto diretto. Questo fa sì che gli architetti delle Marche trovino nel nostro showroom un luogo d’incontro e di riferimento.

Chi è Casa Globale
Dov’è Sant’Apollinare di Monte Roberto (Ancona)
La superficie espositiva 2.500 metri quadrati
Gli addetti Cinque
I prodotti esposti Porte per interni in legno, vetro e metallo, porte scorrevoli, portoncini, porte blindate, porte tagliafuoco
I fornitori Alias, Eclisse, Flessya, Oikos Venezia, Rimadesio
I servizi offerti Consulenza, sopralluoghi in cantiere, rilievo misure, preventivi, progettazione, posa in opera, assistenza post-vendita

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2021 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151