Vincitori del concorso di design FAKRO Fusion – Before and After

FAKRO Fusion

Il primo posto è di Warat Rodpechprai (Tailandia) con il progetto The Natural Library

Dare nuova vita a luoghi bui e dimenticati grazie alla luce naturale era la sfida lanciata dall’edizione 2017 del concorso internazionale di design FAKRO Fusion – Before and After, ideato dal Gruppo FAKRO  e organizzato in collaborazione con BimObject e con il supporto dei portali Archdaily e Archello (media partner).

Nelle oltre 50 proposte pervenute, da parte di architetti, progettisti e interior designer di tutto il mondo, sono stati rivalutati ambienti mansardati dimessi ridando loro vita anche grazie alle finestre da tetto dell’azienda, rendendo protagonista dei progetti l’aspetto luminoso con ambienti pieni di luce.

Tre i vincitori: I posto, Warat Rodpechprai (Tailandia), con il progetto The Natural Library; II posto, Morgan Baufils (Francia), con il progetto Zenith Light; III posto Tracy Bassil (Libano), con il progetto The New Bunker. Let There be Light.

La giuria internazionale è composta anche da nomi noti e apprezzati nel mondo dell’architettura, infatti, oltre a Slawomir Gawlik, Direttore marketing del Gruppo FAKRO, sono presenti anche Ethel Baraona Pohl, critico di architettura e Rafał Pieszko, fondatore dello studio menthol architects.

Secondo posto, per Morgan Baufils (Francia) con il progetto Zenith Light

La giuria ha segnalato anche i progetti: Music High School di Zdravko Barisic, Underground di Marta Ciesielska, Hayden Flour Mill di Jeffrey Clancy, Attic Transformation di Dominika Trzcinska e Loft in New Belgrade di Jovana Radujko.

Abbiamo ricevuto diverse proposte che andavano al di là della mera risposta alla richiesta del concorso” ha commentato la giuri, “dando vita a riflessioni e dibattiti sull’impatto dell’architettura nel panorama politico e sociale e su come essa possa giocare un ruolo attivo nel soddisfare i bisogni culturali di diverse realtà geografiche. Dopo un’attenta analisi abbiamo scelto di premiare i progetti che non solo hanno utilizzato in modo eccellente o provocatorio i prodotti FAKRO, ma che hanno cercato di proporre soluzioni innovative alle sfide culturali e architettoniche delle città odierne. Come giuria, inoltre, abbiamo voluto valorizzare non solo l’aspetto tecnico dei progetti ma anche quello umano, tenendo in considerazione il livello di qualità della vita derivante dall’utilizzo e dalla combinazione di luce naturale e artificiale.”

I vincitori del concorso riceveranno importanti premi: 5000 euro il primo classificato, 3000 euro il secondo e 2.000 euro il terzo.

Terzo posto per Tracy Bassil (Libano),con il progetto The New Bunker. Let There be Light

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2020 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151