Verso la luce

Canopy House, Ad’A Atelier d’Architettura

Da autorimessa ad abitazione. In Sicilia, una ristrutturazione dà forma a una casa creativa e dal taglio geometrico

Canopy

Al piano superiore, lungo una parete rivestita di travertino, piove una cascata di luce da una serie di aperture vetrate a soffitto. Sullo sfondo, la porta che conduce al terrazzino

Lungo una tranquilla via di Trapani, schierato tra una fila di piccole case su due livelli, c’era un anonimo edificio a un piano, con una semplice facciata e un cortile interno, buio e stretto. Una volta era un’autorimessa trascurata e intrisa di umidità, ormai abbandonata da tempo, ma il proprietario ha voluto trasformarla in un’abitazione luminosa e molto personale. Sono stati gli architetti Gianni Ingardia e Carlo Foderà di Ad’A Atelier d’Architettura a fare il miracolo. «L’idea è stata quella di trattare la casa come se fosse una pianta, irrigandola della luce del sole e dell’aria che le era sempre mancata affinché potesse crescere rigogliosa» spiegano. E così è stato.

Una vista dello spazio destinato a camera da letto, illuminato dalla grande vetrata scorrevole protetta dal frangisole in lamiera che si affaccia sulla strada. Una quinta in legno separa questa zona dal bagno. Dall’alto, un “camino” vetrato permette alla luce zenitale di illuminare gli ambienti

Prima di tutto, sono state eliminate tutte quelle superfetazioni che erano solo d’intralcio, come un vano d’accesso al cortile e un ripostiglio che occupava spazio inutile, dando luce all’ombroso cortile interno. Dopodiché si è proiettato il piano terra in elevazione, creando un intero livello in più. La facciata si è così sollevata in linea con le altre abitazioni adiacenti, creando una continuità visiva di altezze. Solo di altezze, però: mentre il resto delle abitazioni presenta al secondo piano un tipico e impersonale balconcino, questa casa, invece, si spalanca verso la strada con un grande bow window schermato da un artistico frangisole in ferro. Si tratta, infatti, di un mosaico dal disegno caleidoscopico, formato da sagome geometriche e irregolari di lamina microforata bianca.

Riprendendo il tema dei balconi delle case attigue, una vetrata quadrata esce dal filo facciata e si presenta con un’artistica schermatura

Sempre in facciata, una parte della vecchia autorimessa è stata utilizzata come garage, con una semplice apertura a serranda che conserva così un ricordo della struttura originaria, mentre una porta d’ingresso, stretta come le porte delle abitazioni attigue, si apre verso il marciapiede attraverso una porta arretrata. Riprendendo il concetto di “irrigare la casa della luce del sole”, il piano aggiunto prende luce anche zenitalmente, attraverso una serie di aperture ricavate nella copertura, che inondano di luminosità gli ambienti di questo livello come camera da letto e bagno.

E non solo: lungo un lato interno della casa è stato realizzato un grande volume vetrato su due lati, che racchiude scale e passerelle per unire il nuovo livello al piano terra e al cortile. Anche questo volume, così come il bow window in facciata, è schermato da un ampio sistema frangisole in ferro costituito da lamine in lamiera microforata. Questo spazio vetrato, progettato come un luogo di passaggio, si trasforma in un giardino d’inverno in grado di funzionare come una serra bioclimatica, così da trattenere il calore durante l’inverno e raffrescarsi durante l’estate.

Infine il cortile, un tempo buio e angusto, ora si presenta come una corte spaziosa e, grazie alla scelta del bianco per tutte le superfici, ampio e assolato.

Foto di Gianni Ingardia

La facciata rivolta al cortile interno ha un lungo balcone al secondo piano. Un corpo vetrato su due livelli, con la stessa schermatura della facciata su strada, illumina all’interno il corpo scale trasformandolo in una sorta di giardino d’inverno

CANOPY HOUSE  
Dove: Trapani
Progetto architettonico: Gianni Ingardia e Carlo Foderà dello studio Ad’A Atelier d’Architettura (Trapani)
Direzione lavori: Gianni Ingardia e Carlo Foderà
Impresa costruttrice: Fi.Geo Costruzioni
Superficie totale costruita: 120 metri quadrati
SERRAMENTI
Finestre: realizzate artigianalmente da Metalsud (Trapani)
Vetri: vetreria Nicola Vitale (Castellammare del Golfo)
Porte esterne: realizzate artigianalmente da Metalsud
Porte interne: in legno tamburate, realizzate artigianalmente da Metalsud
Garage: serranda realizzata artigianalmente da Metalsud

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2018 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151