Black & white

Appartamento a Napoli, Officine Architetti

Stile minimalista e grandi finestre a vista nel grande living di un interno napoletano

Una libreria guida dall’ingresso al soggiorno, attraversando i due ambienti seguendo le pareti. La porta blindata è un modello di Ariete

L’idea Le pareti sono sfruttate al massimo, con elementi contenitori che sembrano far parte della muratura

Siamo a Napoli, ma anni luce lontano dallo stereotipo dell’esuberanza e dei colori partenopei. La sobrietà è infatti una vocazione per questo appartamento nel cuore del Vomero, un quartiere residenziale che accoglie le case della borghesia napoletana, tra facciate liberty e palazzetti d’epoca. L’abitazione si integra perfettamente nell’eleganza del quartiere grazie alla sua sobrietà intesa come pulizia delle linee, essenzialità nelle forme, equilibrio nei colori.

Spazi e arredi sembrano armonizzarsi spontaneamente, fasciati da una luminosità soft e indiscutibilmente raffinata. Nessun eccesso, nessuna concessione a tinte che potrebbero risultare stridenti, nessuna indulgenza al superfluo. D’altra parte, questo stile pulito è il marchio di fabbrica dello studio di progettazione, Officine Architetti, che ha curato la ristrutturazione rivedendo la pianta e ridefinendone lo stile.

La zona giorno è illuminata da finestre con affacci diversi, che offrono punti luce diversi a seconda dell’ora del giorno

L’appartamento è di 100 metri quadrati, dimensione perfetta per una famiglia di quattro persone, disposti nelle tradizionali due zone funzionali giorno e notte. L’ingresso, defilato per creare una sorta di filtro con l’esterno, è collegato al soggiorno con un piccolo e stretto corridoio, per poi spalancarsi in un unico ambiente dove sono raccolti una zona living, un angolo pranzo e una cucina. Queste tre diverse aree funzionali sono però differenziate da una serie di stratagemmi, come un bancone che separa fisicamente cucina e pranzo oppure il sistema delle luci che illumina porzioni diverse del locale sottolineandone le diverse destinazioni d’uso.

La scelta di creare un unico ampio soggiorno, frutto dell’annessione di ambienti attigui, ha il vantaggio di godere contemporaneamente dell’affaccio di ben tre aperture, una finestra e due porte finestre. Questi punti luce sono incorniciati da serramenti minimali, in alluminio (modello Marlap 71 di Allumar), con una finitura nera che si mimetizza con alcune pareti fino quasi a nasconderne i profili. Sebbene sia il bianco a dominare, i progettisti hanno infatti dato spazio anche al colore antagonista, il nero, giocando con i contrasti tra le due tinte.

Il bancone della cucina è realizzato su disegno dello studio Officine Architetti. Sullo sfondo, la portafinestra che sembra mimetizzarsi nella parete

La mancanza totale di sistemi di oscuramento non fa che accrescere la sensazione di continuità tra pareti e vetrate, elementi pensati per fondersi in un’unica superficie. Ecco che le pareti diventano i cardini del progetto. Studiate per essere sfruttate al massimo, in alcuni punti si trasformano in nicchie, in altri ospitano elementi contenitori, in altri ancora sono fasciate da mensole e ripiani.

Gli arredi, realizzati su disegno, sono stati tinteggiati sul posto insieme alle pareti, creando un «Effetto di continuità cromatica e materica che li fonde in un tutt’uno» spiegano i progettisti. «E così i mobili spariscono e appaiono come per magia, mentre le pareti nascondono scrivanie, librerie e guardaroba a vantaggio non solo dell’estetica ma anche dello spazio».

Foto Archivio Officine Architetti

Un dettaglio della porta Alba di Linvisibile, in un intenso color grigio antracite che riprende i toni soft di tutta la casa

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2019 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151