FerreroLegno: Restyling emozionale

Un’esperienza immersiva: è quanto promette il nuovo showroom del quartier generale di FerreroLegno, concepito con un format innovativo. Ne parliamo con il General Manager Ilaria Ferrero

Concluso il processo di rebranding che ha interessato logo e pay-off, FerreroLegno continua nella proiezione della propria immagine in un universo sempre più legato al design, dedicandosi al restyling di alcuni spazi dell’headquarter di Magliano Alpi (Cuneo). L’essenza del brand è concentrata nel nuovo showroom, «Un luogo dove far vivere ai retailer un’esperienza di forte ispirazione» spiega Ilaria Ferrero.

Può illustrarci la filosofia che ha guidato il restyling dell’headquarter?
Il percorso progettuale è partito da una profonda analisi dell’azienda dalle origini fino a oggi, condotto attraverso le sue peculiarità, le milestone, la nuova visual identity e soprattutto la vision aziendale. Abbiamo voluto creare un ambiente che esprimesse e rappresentasse al meglio il nostro essere e il percorso evolutivo intrapreso. È un nuovo biglietto da visita che ben riflette quello che siamo oggi: una realtà che si distingue per una costante attenzione verso la qualità e la ricerca in innovazione tecnologica, estetica e funzionale. Oltre agli uffici, il progetto ha interessato le aree di accoglienza e destinate al training, ma soprattutto lo showroom.

“Estetica minimal, pulizia delle linee e una forte connotazione design: questi gli elementi distintivi dello showroom del nostro headquarter” Ilaria Ferrero

Qual è il concept che ha ispirato l’intervento?
L’intero progetto di restyling è firmato dall’architetto Roberta Minici per la società Promemoria di Torino. Il concept trae ispirazione da “La vertigine della lista”, concetto esplorato da Umberto Eco, che ha suggerito la ricerca e la definizione dell’essenza FerreroLegno. I valori identificati sono eleganza, essenza, autenticità, emozione, leggerezza. A livello stilistico si sono tradotti in forme semplici, regolari e rigorose, in materiali autentici e naturali, e in una palette con colori neutri, raffinati, armonici ed evocativi, come il tortora e il grigio lux.

Nello showroom come “vivono” questi valori?
A livello stilistico lo showroom si contraddistingue per un’estetica minimal, pulizia delle linee e una forte connotazione design che si esprime anche attraverso la suggestiva illuminazione a taglio, scelta non solo per valorizzare il prodotto, ma anche per donare allo spazio un effetto dinamico e distintivo.

Com’è organizzato l’allestimento?
Lo spazio è stato concepito creando tre ambienti mai separati – che lasciano la possibilità di racconti diversi – e una prospettiva infinita, linee ininterrotte e mai parallele, collegate tra loro per trasmettere un senso di dinamismo continuo. Uno spazio che svolge una funzione dimostrativa, dove il prodotto è protagonista nella sua migliore rappresentazione scenica. Qui i differenti modelli, finiture e strumenti di comunicazione del nostro brand dialogano sinergicamente, dando vita a una narrazione completa delle diverse soluzioni e personalizzazioni che compongono il nostro portfolio.

A chi è rivolto lo showroom?
Il target a cui si rivolge sono i distributori, con cui vogliamo instaurare un confronto sempre più aperto e diretto. Per questo abbiamo realizzato uno showroom esperienziale, concepito con un format innovativo in grado non solo di illustrare l’ampiezza della gamma e il nostro modello espositivo, ma anche di essere fonte di ispirazione per i retailer che vogliono proporre al cliente finale – sempre più nativo digitale – un’esperienza immersiva che stimola i cinque sensi.

Il concept dello showroom è un modello esportabile anche dai vostri rivenditori?
Certamente. Abbiamo recentemente sviluppato un distintivo progetto allestitivo per i nostri corner presenti all’interno degli showroom italiani e internazionali, che si ispira alle linee guida del nostro showroom aziendale. Il concept si basa sull’unione sinergica tra sette concetti chiave, espressione della filosofia e del percorso evolutivo da noi intrapreso: l’emozione, il sogno, il design, lo stile, l’armonia e la valenza decorativa e arredativa. Peculiarità intrinseche alle diverse soluzioni, nonché fattori centrali per far vivere al cliente un’esperienza d’acquisto memorabile. L’obiettivo è la creazione di un ambiente che rifletta l’azienda in modo sempre più autentico e ne trasferisca i valori fondanti. L’ingresso al mondo FerreroLegno avviene attraverso il modello Scenario Delineo, il sistema di pareti scorrevoli che divide e crea ambienti negli ambienti, senza appesantire gli spazi con interventi murali. Da qui parte un percorso espositivo che, a seconda della dimensione del corner, lascia la possibilità di racconti diversi. Questo allestimento è stato già adottato da alcuni nostri retailer, tra cui Vse Dveri per il Corner FerreroLegno nel nuovo Design Arena di Kiev in Ucraina. All’interno di questo spazio – che si rivolge principalmente ad architetti e professionisti – è presente FL Studio, un corner di 50 metri quadrati a noi riservato in cui sono esposti numerosi modelli che ben illustrano l’ampia gamma di prodotti personalizzabili in finiture, dimensioni e sistemi di apertura.

In base a quali considerazioni avete definito la gamma di prodotti esposti?
L’obiettivo è mostrare l’intera offerta FerreroLegno declinata nelle diverse famiglie, una gamma integrata di prodotti che garantiscono l’abbinabilità tra collezioni e materiali diversi, e una grande ampiezza di combinazioni e possibilità realizzative. Per lo showroom del nostro headquarter sono stati scelti i modelli più rappresentativi per design, estetica, valore materico, artigianalità e funzionalità. L’esposizione viene costantemente rinnovata in funzione delle novità.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2019 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151