Saint-Gobain a sostegno della Casa della Solidarietà e della Terza Età a Lecco

Ha aperto a Lecco la Casa della Solidarietà e della Terza Età, posta in un immobile storico di fine Ottocento, ristrutturato anche con il contributo della Fondazione Saint-Gobain Initiatives (costituita nel 2008 per sostenere iniziative di solidarietà in tutto il mondo), dal Comune, da Auser, l’associazione che dal 1989 si batte per dare ruolo e valore agli anziani e da Anteas (Associazione Nazionale Terza Età Attiva per la Solidarietà).

La nuova struttura – che ospita Auser Lecco, Anteas Lecco e gli uffici comunali del SID-Servizi Integrati Domiciliarità –  è adibita a polo socio assistenziale e culturale per i servizi agli anziani, uno spazio integrato dove poter fornire informazioni utili ed orientare ai servizi esistenti, svolgere attività di aggregazione e partecipare e momenti di condivisione tra generazioni. Particolare attenzione è rivolta alle persone con mobilità ridotta, con il servizio di trasporto protetto, e alle persone sole, con la compagnia offerta dalla Telefonia sociale, grazie all’opera di volontari.

“Da oltre 10 anni la Fondazione Saint-Gobain supporta azioni di solidarietà correlate alla strategia del Gruppo nel settore dell’habitat –sottolinea Margherita Nicoletti, direttore per la Responsabilità Sociale d’Impresa di Saint-Gobain Italia– Una strategia al servizio dell’utente finale, che mira a rendere il comfort accessibile al maggior numero possibile di persone. Saint-Gobain è presente in 68 Paesi, con più di 350 anni di storia, e in Italia proprio quest’anno festeggiamo il centotrentesimo anniversario di attività. La nostra missione è creare comfort e migliorare la qualità della vita delle persone. Vogliamo raggiungere questo obiettivo attraverso l’interpretazione di un ruolo sociale, sia con il nostro lavoro sia grazie ai contributi della Fondazione Saint-Gobain. Ecco perché abbiamo accettato con grande piacere di essere a fianco di Auser Lecco nella creazione della Casa della Terza Età”.

Questa Casa – spiega Luisa Ongaro, Presidente di AUSER Lecco – è il coronamento di un grande progetto di collaborazione tra più soggetti, tra pubblico e privato in un’ottica di lavoro condiviso tra volontari e professionisti; è partecipazione alla programmazione dei servizi sociali del territorio che ci vede protagonisti ed in prima linea; vuole diventare uno spazio aperto ed accogliente di riferimento per la comunità dove si potrà apprezzare l’opera del volontariato e l’esperienza degli operatori dei servizi specialistici comunali.”

“Sono molteplici gli elementi positivi collegati con l’apertura della Casa della Solidarietà e della Terza Età – sottolinea il sindaco di Lecco Virginio Brivio – primo fra tutti il fatto di aver recuperato un bene prezioso come questo edificio di San Giovanni, e di avergli dato una nuova funzione e dunque vita nuova: un bell’esempio di rigenerazione urbana degli spazi pubblici. La donazione ad Auser finalizzata al sostegno delle attività della struttura effettuata da una fondazione di respiro internazionale come la Fondazione Saint-Gobain testimonia lo spessore di questa  iniziativa di coprogettazione, in grado di richiamare attenzioni e risorse anche al di fuori dei confini territoriali”.

Nei Paesi in cui è presente, Saint-Gobain si impegna per dare un positivo contributo al benessere delle comunità nelle quali è inserita. In qualità di azienda responsabile, ritiene che la propria posizione di leader sui mercati dell’habitat e dell’edilizia comporti la responsabilità di intraprendere azioni no-profit, in settori coerenti con la strategia del Gruppo. Diversi i progetti realizzati in questi anni in Italia, tra cui questi quattro.

Progetto “Linguetta”. A partire dal dicembre 2013 e per tutto il 2014, la Fondazione Saint-Gobain Initiatives ha supportato la Lega del Filo d’Oro nella costruzione del nuovo centro ad alta specializzazione di Osimo (AN), che con 56.000 m² e 80 posti letto è stato destinato all’assistenza dei bambini sordo-ciechi e dei loro genitori. L’impegno della Fondazione si è concretizzato nella costruzione di una delle palazzine dedicate alla lunga degenza dei bambini, fornendo materiali e know-how tecnico.

Progetto “Liberi bimbi”. Grazie a questa azione sostenuta nel 2015 dalla Fondazione nella Casa Circondariale Lorusso e Cotugno di Torino, è sorto il nuovo centro di accoglienza dedicato alle madri carcerate. Con il lavoro di 16 detenuti formati in circa 600 ore totali, tra teoria e pratica, il progetto ha previsto interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica della palazzina. È stata un’occasione per insegnare un mestiere ai detenuti al fine di agevolare il loro reinserimento nel tessuto socio-economico.

Progetto “Free Entry – La città del bello”. La riqualificazione sociale del Quartiere Sanità a Napoli è stata scelta nel 2018 come progetto per il decennale della Fondazione, attraverso un sostegno economico e pratico alla ristrutturazione dell’ipogeo della Basilica dell’Incoronata Madre del Buonconsiglio, uno storico edificio a Napoli, promossa dalla Fondazione San Gennaro. La ristrutturazione ha permesso di creare un polo didattico – denominato “Free entry – La città del bello” – con laboratori destinati ad attività ludiche, formative e ricreative per i ragazzi e bambini del Rione Sanità e di tutta la città.

Progetto “Tortellante”. Ovvero la ‘pasta libera tutti’ fatta a mano dai ragazzi autistici. Nell’autunno del 2018 ha aperto i battenti a Modena la sede del Tortellante, la scuola di autonomia che permette a giovani e adulti nello spettro autistico di imparare a produrre pasta fresca fatta a mano. 24 le famiglie coinvolte, insieme ad uno staff scientifico per una produzione di qualità. La Fondazione Saint-Gobain Initiatives ha dato un contributo significativo alle famiglie per sostenere i costi di ristrutturazione della sede.

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Porte & Finestre © 2020 Tutti i diritti riservati

© 2013 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151